Categorie
Edizioni locali

La Provincia scommette sull’efficienza energetica: “Avremo risparmio di risorse e nuovi posti di lavoro”


Redazione


E’ una vera e propria campagna d’autunno per l’efficienza energetica quella che la Provincia sta per mettere in campo. “Il distretto – spiega Stefano Arrighini, assessore all’Ambiente della Provincia – ha le carte in regola per diventare il polo pilota italiano dell’efficienza energetica e dell’economia verde. Così creeremo sviluppo e occupazione e renderemo più forte il nostro sistema”. La piattaforma sarà presentata alla prima riunione del tavolo di distretto, prima della convocazione romana del ministero per le Attività produttive, convocata per il 10 settembre. Arrighini vuole aprire il confronto con istituzioni e forze economiche per far partire “una grande campagna per l’efficienza energetica”.“E’ un’opportunità e una necessità – spiega Arrighini – ridurre la bolletta energetica del distretto aumenta decisamente le performances di competitività. A Prato il costo energetico è salatissimo: al netto dei trasporti ogni anno spendiamo tra i 570 e i 600 milioni di euro per acquistare energia da fuori. Con una riduzione del 30% in cinque anni possiamo liberare 150 milioni di euro da investire sul territorio”. Ma i vantaggi non si fermano qui. Le azioni per migliorare l’efficienza delle aziende porteranno molto lavoro alle imprese locali imprimendo un’accelerazione alle attività economiche e all’occupazione. E poi c’è tutto il capitolo della ricerca. “I nostri centri di ricerca, a partire da Creaf, svilupperanno le tecnologie necessarie agli interventi”, mete in evidenza Arrighini. Un circolo assolutamente virtuoso, dunque.Intanto la Provincia per settembre sta mettendo a punto due bandi da 900 mila euro. “Il primo bando è innovativo e mette a disposizione 500 mila euro proprio per le imprese che attivano interventi di efficienza energetica, l’altro da 400 mila euro è destinato ad aziende e famiglie che scelgono il fotovoltaico”, annuncia l’assessore.Arrighini è convinto che questo è il momento di “spingere gli investimenti su questo fronte”. “Dobbiamo chiedere le risorse a Governo e Regione, che il prossimo 30 settembre chiude un bando da 30 milioni di euro – sottolinea – e al tempo stesso è necessario investire di più come sistema locale”. Proprio per questo l’assessore pensa alla creazione una esco (energy service company) locale pubblico – privata che coinvolga anche il sistema di credito.  Intanto la Provincia è impegnata a sviluppare la produzione di energia da biomasse, anche grazie alla creazione del Consorzio agroforestale in Val di Bisenzio. “Entro l’inverno entreranno in funzione due impianti nelle scuole di Vaiano e Vernio. L’anno prossimo partirà l’impianto di teleriscaldamento di Luicciana “, sottolinea l’assessore e annuncia che la Provincia mette a disposizione altri 200 mila euro per 10 nuovi impianti.
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia