Categorie
Edizioni locali

Un ministro del Vaticano ospite d’onore per l’Ostensione del Sacro Cingolo


Redazione


Sarà il ministro vaticano per le comunicazioni l’ospite d’onore dell’8 settembre. L’arcivescovo Claudio Maria Celli, presidente del Pontificio Consiglio per le Comunicazioni Sociali presiederà infatti il solenne pontificale del mattino, in duomo alle 10,30, e officerà l’Ostensione del Sacro Cingolo al termine del Corteggio storico. Ad invitarlo è stato il Vescovo di Prato Gastone Simoni, che a monsignor Celli è legato da antica amicizia. È un’antica tradizione della Chiesa pratese quella di invitare per la Madonna della Fiera un Vescovo “forestiero”, in questo caso un alto prelato della Santa Sede. Un segno di solennità in più per la ricorrenza più cara ai pratesi, il “compleanno” della Madonna.Come da consuetudine, sono i pellegrinaggi delle varie parrocchie pratesi a preparare la festa. Oggi, alle 17, chiude la serie dei pellegrinaggi la parrocchia dell’Annunciazione alla Castellina. Prima hanno reso omaggio alla Madonna del Sacro Cingolo le comunità di Santa Maria del Soccorso, Figline, Resurrezione, Tobbiana.Già la sera avanti della festa, secondo tradizione, il Sacro Cingolo si può vedere da vicino. Come il giorno dell’8, la vigilia costituisce l’occasione unica durante l’anno per venerare la reliquia entrando nella Cappella dove è conservata; qui, sull’altare della Madonna, la Cintola viene esposta nella nuova teca realizzata lo scorso anno dal grande artista internazionale Giampaolo Babetto.L’8 settembre la prima messa è alle 7,30, poi alle 8,30; alle 10,30 il solenne pontificale presieduto da mons. Claudio Maria Celli; concelebrano il Vescovo Simoni e il clero diocesano. Saranno presenti in forma ufficiale le Amministrazioni Comunale e Provinciale. L’accompagnamento musicale è affidato alla Cappella musicale del Duomo. Saranno presenti le delegazioni ufficiale di Comune e Provincia. Nel corso della celebrazioni saranno benedetti i vessilli della Societas Populi Terrae Prati, cui toccherà il compito, a sera, di aprire il Corteggio. Saranno inoltre offerti i ceri alla cappella della Cintola da parte della città. Al termine della Messa, ci sarà una speciale Ostensione del Sacro Cingolo particolarmente pensata per i malati presenti in Cattedrale.Tredici anni fa, il Papa Giovanni Paolo II, in occasione del VI Centenario della Traslazione del Sacro Cingolo, concesse il titolo di Basilica alla Cattedrale di Santo Stefano, a motivo della presenza della insigne reliquia. Collegata a questo titolo è l’Indulgenza plenaria (ovvero la remissione, dopo la necessaria confessione, di tutte le pene legate ai peccati) nel giorno 8 settembre.Il Corteggio storico comincia alle ore 20,30 – con diretta su TV Prato a partire dalle 21; al termine, intorno alle 23,30, il momento più atteso: all’interno del duomo – dalla Loggia del Ghirlandaio – e all’esterno, sulla piazza – dal pulpito di Donatello – monsignor Celli, accompagnato da monsignor Simoni, dal Sindaco Roberto Cenni e dai testimoni, mostrerà per tre volte la reliquia ai fedeli. La benedizione scenderà ancora una volta su tutta la città di Prato.
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia