Categorie
Edizioni locali

Sversamento di gasolio nel Bisenzio, intervengono tecnici Arpat e Gida


La chiazza proviene da una cisterna interrata di proprietà di un privato. Intanto l'amministrazione comunale sta lavorando, insieme ai tecnici e il Comune di Vaiano per bypassare il depuratore del Fabbro e convogliare tutto a Gabolana


Redazione


La chiazza scura  vista galleggiare dagli abitanti del Fabbrosul Bisenzio vicino al depuratore è gasolio che non proviene dall' impianto, ma da una cisterna privata interrata. A lanciare l'allarme alcuni residenti che lunedì 6 marzo, dopo il forte temporale che si è abbattuto sulla zona, si sono preoccupati nuovamente: "Da sempre – denunciano – quando piove, ma spesso anche prima di annunciate giornate di pioggia, il depuratore scarica tramite un grosso tubo, ed altri due occulti, dei sinistri liquami nel fiume. Dai tubi esce del materiale nero che puzza di gasolio, peluria e chi più ne ha più ne metta. Abbiamo allertato amministrazione comunale, tecnici Gida : tutte le volte la stessa storia del guasto o che la sostanza arriva già in entrata del depuratore".

In realtà il sindaco Guglielmo Bongiorno lunedì sera alle 20 ha allertato Arpat e i tecnici di Gida che hanno fatto dei controlli per verificare l'origine del materiale e la sua provenienza. "Confermo che si tratta di materiale oleoso che non proviene dal depuratore ma dal collettore fognario. Quando piove l'acqua entra nel terreno e arriva a una cisterna sotterrata che probabilmente non è sigillata e quindi porta in superficie il materiale, abbiamo avviato le indagini per risalire al proprietario della cisterna. Per quanto riguarda la peluria deriva dal troppopieno: quando piove l'acqua aumenta e quindi il depuratore non riesce a ripulirla tutta, quindi quella che si vede è la parte non filtrata". Nelle prossime settimane sarà organizzato un incontro pubblico con i tecnici e la cittadinanza per spiegare il funzionamento del depuratore.
L'amministrazione comunque sta lavorando, insieme ad Arpat, Gida e il Comune di Vaiano anche per bypassare il depuratore del Fabbro. "E' in corso una fase di progettazione – spiega Bongiorno – per potenziare Gabolana,che attualmente è sottostimato, l'idea è di convogliare tutto a valle in modo da razionalizzare l'impianto. A monte resterà attivo quello di Cantagallo". Ma il depuratore al Fabbro non è l'unico problema ambientale; Terna potrebbe spostare la cabina della centrale del Pozzino proprio sul territorio del comune di Cantagallo. "Insieme ai comitati e al sindaco di Vaiano – continua Bongiorno – stiamo organizzando una giornata scientifica di risposta all'open day organizzato da Terna dove non è stato ammesso il contraddittorio. Lotterò con tutti gli strumenti che ho a disposizione per evitare la realizzazione dell'opera: la salute dei cittadini è il bene primario per un sindaco". 

Edizioni locali: Val di Bisenzio
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia