Categorie
Edizioni locali

Scuolasbroc, studenti nella commedia dell’arte contro il bullismo. Sul palco Dagomari e Marconi


Giovedì 19 marzo e venerdì 20 nei due istituti andrà in scena il progetto promosso dalla Provincia di Prato e dedicato alle scuole superiori per promuovere la cultura del rispetto


Redazione


Dopo il percorso laboratoriale arrivano il 19 marzo al Dagomari ed il 20 al Marconi le fasi spettacolari del progetto Scuolasbroc, promosso dalla Provincia di Prato  e dedicato alle scuole superiori che prevede percorsi educativi e laboratori teatrali con l'obiettivo di prevenire il bullismo e promuovere la cultura del rispetto.  Finanziato dall'Upi con 8.500 euro nell'ambito dell'iniziativa "No bulls be friend” e dall'amministrazione pratese con 5.000 euro di risorse aggiuntive, ha come destinatari gli studenti delle scuole superiori. 

Frutto di un lavoro di ricerca teatrale sull'improvvisazione e di un intenso scambio tra il gruppo artistico e studenti e professori di varie scuole superiori italiane, come nella commedia dell'arte, in Scuolasbroc non esiste un testo scritto, ma un canovaccio molto dettagliato degli accadimenti, delle linee narrative e delle tematiche sviluppate nella storia. Gli attori, che da alcuni anni hanno perfezionato le proprie tecniche di improvvisazione all'interno dello spazio Compost di Prato, recitano seguendo una regola sovrana:non possono mai ripetere.
Ogni replica, quindi, la drammaturgia dello spettacolo (battute, situazioni, movimenti, dinamiche) è prodotta in presa diretta dagli attori stessi, guidati dal solo racconto: assistere a una replica di Scuolasbroc significa assistere ad uno spettacolo irripetibile, diverso, nella sua forma, sera dopo sera.
Storia
In una mattina come tante, il professor Li Volsi, insegnante di lettere alle superiori, entra in aula per fare lezione nella IV B. Li Volsi ha intrapreso la carriera di professore per intensa quanto ormai sepolta vocazione. Persona mite, si ritrova dopo molti anni di insegnamento completamente privo di strumenti per fronteggiare con autorevolezza i ragazzi che ha di fronte. In un mondo in perpetuo e vorticoso cambiamento, la scuola è diventata territorio di
lotta, confine di una guerra fra generazioni: insegnanti e alunni si trovano su due barricate opposte. Il nostro professore non ha molte frecce al proprio arco: l'ignoranza tra i giovani dilaga almeno quanto il loro atteggiamento di sfida, o il disinteresse pressoché totale nei confronti dei professori e delle loro materie. 
I primi dieci minuti di Scuolasbroc sono così: un caos impossibile da arginare.
Ma Li Volsi ha un piano: se le frecce non bastano più, forse una pistola può risolvere molti problemi. Così, dopo quei dieci minuti, il prof estrae dalla sua vecchia borsa una Beretta e prende in ostaggio tutta la classe.
In un tempo sospeso che è lungo quanto un'ora di lezione su Dante o quanto tutta l'eternità,
il professore e gli studenti affrontano un tragicomico viaggio all'inferno.

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia