Categorie
Edizioni locali

Prima campanella per quasi trentamila studenti pratesi


Oltre 19.900 alunni fino alle secondarie di primo grado e 10.031 studenti delle superiori hanno affrontato oggi il primo giorno di scuola. Tra le novità di quest'anno l'attivazione della primaria Mandela all'Istituto comprensivo Cironi


Redazione


Mamme emozionate, bimbi in lacrime, zaini all'ultima moda, grembiuli nuovi, maestre sorridenti. Il ritorno sui banchi di scuola è una giornata evento per 19.910 alunni della scuola dell'obbligo e per le loro famiglie. Una giornata speciale a cui hanno preso parte anche il sindaco Matteo Biffoni e l'assessore alla Pubblica istruzione Mariagrazia Ciambellotti per augurare buon lavoro a tutto il mondo della scuola pratese.

Prima agli alunni della scuola dell'infanzia e primaria "Gandhi", a Galciana, poi al nuovo plesso di scuola primaria dell'istituto comprensivo statale "Pier Cironi", in viale della Repubblica, che sarà intitolato a Nelson Mandela.

Questa è una delle principali novità di questo anno scolastico. Le aule, che ospiteranno la prima, la seconda e la terza classe delle primarie, sono state ricavate nello spazio polivalente per mensa e attività extradidattiche delle Cironi e sono corredate anche di aula informatica e di musica. Una scelta fortemente voluta per venire incontro alle esigenze della popolazione ed equilibrare le proporzioni tra iscritti a infanzia, primarie e secondaria di primo grado all'interno dello stesso istituto comprensivo.
«L'Amministrazione si impegnerà a creare le condizioni per favorire il benessere a scuola – ha dichiarato l'assessore Ciambellotti in in quest'occasione – inteso soprattutto come serenità nelle relazioni tra i ragazzi, che devono essere basate sul confronto e sul dialogo. Per evitare fenomeni come il bullismo e la dispersione scolastica.»

Quest'anno gli alunni iscritti, dall'infanzia alle secondaria di primo grado, sono cresciuti di 160 unità (erano 19.750 tra il 2013 e il 2014) e questo ha comportato l'attivazione di 5 classi in più alle medie, una in più alle elementari e una in meno per le Pegaso delle materne dove si registra una contrazione. Il numero di classi, pari a 703 sezioni, è di 121 dell'infanzia, di cui 10 Pegaso, 357 della primaria e 225 della secondaria di primo grado. La presenza straniera in classe aumenta leggermente rispetto all'anno scorso, passando dal 26 al 27%. 
Scuole secondarie di secondo grado 
Quest'anno saranno 10.031 gli studenti sui banchi delle scuole superiori della provincia di Prato. Rispetto ai dati di inizio anno scolastico 2013/14 la popolazione aumenta di 98 unità.
Il Buzzi (1.506 alunni) diventa l’istituto con più iscritti, superando Copernico (1.477 alunni) e Gramsci Keynes (1.445). In aumento gli iscritti al Livi (1.225 iscritti, compreso il liceo artistico di Montemurlo), mentre prosegue la fase di riequilibrio di Datini (che scende a 1.220 alunni) e Dagomari (che arriva a 963). Nelle classi prime gli studenti saranno 2.792 (un dato in linea con quello dello scorso anno), suddivisi in 114 classi (come nel 2013/14), con una media di 24,5 alunni. Le classi prime più numerose sono al Copernico (26,1 alunni), seguito dal Datini (25,7). Rispetto allo scorso anno ci sono 3 sezioni in più al Buzzi (da 17 a 20; gli iscritti in prima sono 494), 2 sezioni in più al Dagomari (da 14 a 16), una al Copernico (da 11 a 12) e allo scientifico Gramsci Keynes (da 6 a 7); 2 sezioni in meno invece al Rodari (da 11 a 9) e agli indirizzi tecnici del Gramsci Keynes (da 11 a 9), una sezione in meno al Marconi (da 7 a 6) ed al Livi (da 11 a 10). Complessivamente gli iscritti al biennio sono 4.878, quelli al triennio successivo 5.153, di cui 1.452 diplomandi.
Gli alunni di cittadinanza non italiana sono 1.573, il 15,7% del totale (erano il 15,8% all’inizio dell’anno scorso) a fronte di una media nazionale del 6,6% e regionale del 9,9%. Quasi la metà degli stranieri sono iscritti in prima (666, cioè il 42,3%), 373 sono in seconda, 253 in terza, 171 in quarta e 110 in quinta. Nelle prime gli stranieri rappresentano il 23,8%. Dal secondo anno in poi, la percentuale diminuisce progressivamente: 17,8% in seconda, 12,5% in terza, 10,2% in quarta e 7,6% in quinta. Tutti dati in linea con quelli dello scorso anno. Il Dagomari si conferma la scuola a maggior presenza straniera (44,1%), seguono Marconi (23,3%), Livi (19,8%), Datini (18,7%) e Gramsci-Keynes (15,9%). Anche in valore assoluto il Dagomari è la scuola con più stranieri (425), seguito da Livi (242) e Gramsci Keynes (230). Nelle classi prime del Dagomari gli stranieri arrivano al 52,8%, percentuale peraltro in lieve diminuzione.
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia