Categorie
Edizioni locali

Prato, per il terzo anno consecutivo, premiata come la migliore città pet friendly


Il riconoscimento arriva da Legambiente all' interno della classifica "Animali in città 2020". Tra i fattori considerati e apprezzati anche il servizio di dog sitter per chi è in quarantena e la gestione delle aree di sgambatura


Redazione


Prato è stata premiata per la terza volta da Legambiente come miglior città italiana per la tutela e servizi agli animali, la classifica “Animali in città 2020” viene stilata sulla base di 35 indicatori forniti da 1.069 Comuni. Il riconoscimento è stato conferito in occasione della presentazione, in diretta streaming, del IX Rapporto Nazionale di Legambiente sui servizi offerti dalle amministrazioni comunali e dalle aziende sanitarie per la gestione degli animali d’affezione.
“Il premio nazionale che Legambiente ci ha conferito, rappresenta motivo di orgoglio per la nostra Amministrazione e per la nostra città, e allo stesso tempo uno stimolo per continuare a lavorare per il benessere degli animali e dei cittadini – ha sottolineato l'assessore alla Città curata Cristina Sanzò -. È per questo che stiamo lavorando all'inserimento della Regolamentazione per l'uso delle aree di sgambatura che sarà esaminata a breve in Commissione. Inoltre, insieme all'assessorato all'urbanistica e alla Facoltà di Architettura dell'Università di Firenze, stiamo lavorando sia per ripensare lo spazio delle aree di sgambatura secondo anche gli standard internazionali, sia per individuare l'area per un nuovo canile, una vera e propria cittadella con servizi dell’Asl ma anche un dog park. Altro aspetto che è stato evidenziato da Legambiente, attivato, insieme alle associazioni, è quello gratuito di aiuto ai cittadini contagiati e in quarantena per accudire e portare fuori i loro amici a quattro zampe”.
In particolare la città di Prato si è classificata al primo posto nella valutazione dei 12 indicatori relativi al rapporto tra organizzazione e servizi offerti ai cittadini, e nella valutazione complessiva dei 35 indicatori considerati tra tutti i medio-grandi comuni composti da 100 e 200 mila abitanti. A far pendere l’ago della bilancia verso Prato anche le condizioni del canile e del gattile cittadino: “ Al Rifugio – spiega Augusto Bassolino responsabile ufficio animali Prato – abbiamo 39 cani su una disponibilità di 200 posti, un anno fa erano 60 e nel 2019 80. Dati che confermano la validità della politica di adozione che stiamo perseguendo da anni. Bene anche i risultati alla Bogaia: su 550 gatti in entrata ogni anno, quelli in uscita sono 400”.
Gli indicatori che hanno portato Prato in testa alla classifica dei Comuni virtuosi, insieme a Modena e Bergamo che si sono classificate al secondo e al terzo posto, fanno riferimento al “quadro delle regole” rappresentato dai regolamenti comunali e dalle ordinanze sindacali che implementano e rafforzano la normativa vigente e articolano nuove e vecchie esigenze dei cittadini in ambito comunale; alle “risorse/risultati” ovvero risorse economiche impegnate e risultati rispetto ad alcuni degli aspetti con maggior ricaduta sui cittadini e sulla pubblica amministrazione; all'”organizzazione/servizi” cioè strutture e servizi offerti ai cittadini; ai “controlli” cioè organizzazione ed efficacia delle attività di controllo.

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia