Categorie
Edizioni locali

Più vicino il digestore anaerobico a Baciacavallo, Gida e Alia studieranno insieme la fattibilità


Entro l'estate tecnici e consulenti delle due società pubbliche decideranno se potrà essere realizzato un impianto che possa smaltire tanto la frazione organica dei rifiuti quanto i fanghi di depurazione. Quanto al cattivo odore Gida chiarisce che non ci sarà alcuna copertura delle vasche


Redazione


Come anticipato da Notizie di Prato lo scorso novembre (LEGGI), Gida e Alia hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per realizzare uno studio di fattibilità per la realizzazione di un digestore anaerobico che tratti sia i fanghi provenienti dal trattamento di depurazione delle acque da parte di Gida che la frazione organica dei rifiuti urbani raccolta da Alia. Tale impianto, unico in Toscana, produrebbe biogas e compost permettendo di attuare la cosiddetta economia circolare. Una volta realizzato manderà in pensione l'attuale inceneritore di fanghi, più volte contestato dalla popolazione residente. Lo studio di fattibilità dovrebbe dare una risposta anche sulla tecnologia da applicare per smaltire i residui derivante dal processo anaerobico. Non tutto infatti, potrà essere recuperato, fanghi soprattutto. Le alternative sono il processo di combustione attraverso la termovalorizzazione o un non meglio precisato trattamento della materia prima seconda. Di sicuro non sarà trasporto su gomma, considerata l'alternativa peggiore dal punto di vista ambientale. 
I tecnici e i consulenti di Alia e di Gida lavoreranno sulla fattibilità dell'impianto basandosi anche su alcuni modelli già esistenti. In Trentino ad esempio, visitato nelle scorse settimane dai vertici di Gida. Entro l'estate avremo una risposta. Se sarà realizzato, il digestore sorgerà all'ingresso  di Baciacavallo in un'area di competenza di Asm, ora confluita in Alia. L'obiettivo è arrivare a smaltire 35.000 tonnellate all'anno di fanghi e altrettanti di organico. I due rifiuti non sarebbero mai miscelati insieme, seguirebbero due percorsi distinti. 

SETTIMANA DELL'ACQUA.
La notizia dell'accordo tra Alia e Gida è stata diffusa stamani, 9 maggio, in occasione della presentazione delle iniziative  della Settimana dell'acqua che Gida organizza per far conoscere buone pratiche e impianti alla popolazione e alle istituzioni. Il programma si articola in due giornate. La prima è giovedì 11 maggio nell'aula magna del Pin, la seconda è sabato 13 maggio con la visita alla struttura di Baciacavallo. In dettaglio.
La giornata di giovedì sarà di formazione con la presenza di autorevoli ricercatori ed esperti in campo ambientale. Due le sessioni di lavoro: la mattina, a partire dalle ore 9, sarà dedicata ai temi dell'innovazione e ricerca, con gli interventi, tra gli altri, del professor Paolo Battistoni, uno dei più importanti progettisti di impianti di depurazione a livello internazionale, già docente presso la Facoltà di Ingegneria dell'Università Politecnica delle Marche, e di Pascal Ackermann, responsabile commerciale della Sulzle, azienda tedesca leader nella costruzione di impianti di gassificazione termica dei fanghi. Nel corso della mattinata saranno illustrate alcune esperienze di eccellenza in ambito ambientale portate avanti nel distretto pratese. Tra queste il sistema BIOCLOC, con cui GIDA ha introdotto tecniche innovative per il monitoraggio dei processi biologici dei cicli di depurazione, e il Consorzio italiano implementazione DETOX, promosso da Confindustria Toscana Nord, che ha accolto la sfida, lanciata da Greenpeace, per raggiungere l'obiettivo di un’industria tessile “toxic-free” entro il 2020. Il pomeriggio, a partire dalle 14,30 sarà dedicato ai temi della “sicurezza e controllo”: aprirà il dottor Pasquale Sgrò, esperto di sicurezza del lavoro e punto di riferimento nazionale nell'area della formazione e organizzazione del servizio di prevenzione, il quale presenterà anche il suo ultimo libro “Ispettore Felicino: storie di salute e sicurezza sul lavoro”. Tra i relatori, sono previsti gli interventi di Guido Fornari di Ecol Studio spa, che parlerà del monitoraggio e controllo delle emissioni in atmosfera e la loro ricaduta sul territorio, e del capitano Massimo Planera del comando Carabinieri del Noe di Firenze, che illustrerà il ruolo dell'Arma nel contrasto agli illeciti ambientali.
Sabato 13 maggio, dalle 10 alle 12, GIDA apre le porte del proprio impianto di Baciacavallo alle famiglie. Il personale dell'azienda accompagnerà i visitatori alla scoperta dei vari passaggi grazie ai quali le acque reflue, tramite accurati trattamenti chimico-biologici, vengono depurate e successivamente reimmesse nel fiume Ombrone o avviate all'impianto di affinamento per il riuso nell'acquedotto industriale. Alle 12 sarà offerto un aperitivo e verranno consegnate le targhe ai dipendenti che festeggiano i 10 e i 30 anni di servizio presso GIDA.
CATTIVO ODORE.
Con l'avvicinarsi della bella stagione si riaffacceranno inevitabilmente anche i problemi di cattivo odore denunciati dai residenti delle Fontanelle e di Paperino. A tale proposito Gida chiarisce che non sarà effettuata alcuna copertura delle vasche, nonostante fosse stata annunciata un paio di anni fa dal Comune. La soluzione non è realizzabile tecnicamente. Secondo l'azienda il problema riguarda lo scolmatore (bypass) della Gora del Palasaccio tra l'impianto e l'abitato di Fontanelle. Una buona parte del tratto è già stata cementizzata. Mancano altri 500metri che saranno realizzati a breve in accordo con Publiacqua, altra partecipata che utilizza quella gora. 
E.B.
 

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia