Categorie
Edizioni locali

Operazione decoro nel Macrolotto 0, i muri imbiancati resistono: niente più scritte


Sopralluogo, stamani, dell'assessore all'Ambiente Alessi che annuncia l'avvio della seconda fase: "Dopo i 300 interventi di imbiancatura, procederemo alla rimozione degli adesivi dagli arredi urbani e promuoveremo una campagna di informazione sul divieto di imbrattamento"


Redazione


Resistono, a due mesi dalla prima mano di bianco, i muri del Macrolotto 0 . L'operazione di pulizia e imbiancatura avviata dal Comune a novembre per cancellare gli annunci e i numeri di telefono dalle facciate di case e negozi, sta dando risultati incoraggianti perché le scritte non sono ricomparse.

Stamani l'assessore all'Ambiente Filippo Alessi ha compiuto un sopralluogo in via Filzi, in via Pistoiese e nelle strade limitrofe dove sono stati 300 gli interventi di imbiancatura fatti fino ad oggi per una spesa che non supera i settemila euro. “Anche solo cancellare le scritte, seppure in un contesto che non è qualificato, riporta subito ad una realtà di decoro – spiega l'assessore – abbiamo avuto un buon riscontro non solo dagli italiani che vivono in questo quartiere ma anche dai cinesi, soprattutto i commercianti, che subiscono situazioni di degrado come quelle create dai muri sporchi”.
L'idea, ora, è di mettere in moto un meccanismo di mantenimento del decoro. “Per i prossimi anni impegneremo un piccolo budget per la manutenzione – dice Filippo Alessi – con pochi soldi si potranno fare ritocchi se ce ne sarà bisogno”. Al massimo un paio di migliaia di euro per far sì che tutto il lavoro di pulizia fatto in queste settimane non vada perso.
Facciate finalmente pulite nelle strade del Macrolotto 0 e mentre la fase 1 del progetto sta per essere completata, la numero 2 è pronta a partire: ripulire arredi urbani, cassette delle poste, targhe toponomastiche, cassonetti e cestini per i rifiuti dagli adesivi. “Un lavoro che affideremo ad Asm Servizi e che, tramite la linea 6, impegnerà persone disoccupate”, continua l'assessore all'Ambiente. Intanto, per informare del divieto di scrivere sui muri e di attaccare ogni tipo di annuncio, il Comune ha preparato delle locandine bilingue che saranno attaccate all'interno di bacheche che saranno sistemate nei punti strategici del Macrolotto 0. Per i trasgressori, in base al Regolamento di polizia municipale, sono previste multe da 25 a 200 euro. Nelle intenzioni dell'amministrazione comunale anche una fase successiva: una regolamentazione degli arredi urbani privati. “E' opportuno varare prescrizioni relativamente a tende da sole dei negozi, insegne, condizionatori per dare omogeneità all'area e riportare ordine. La riqualificazione urbana è fatta di tanti tasselli – conclude l'assessore Alessi – ma è indiscutibile che in un posto pulito è più facile mantenere il decoro una volta che si è instaurato”.   

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia