Categorie
Edizioni locali

Macrolotto Zero, una multa ogni due giorni per errato conferimento dei rifiuti. La situazione resta critica


Da metà novembre sono state elevate solo 25 sanzioni, frutto delle indagini degli ispettori Alia e della Municipale. Il presidente del Comitato Macrolotto Zero: "Nessun miglioramento"


Redazione


Venticinque multe per errato conferimento dei rifiuti in un mese e mezzo. E' il primo bilancio della fase sanzionatoria dell'attività della task force antidegrado composta da ispettori Alia e Polizia municipale attiva al Macrolotto Zero dal 7 ottobre scorso. Due sono state elevate tra il 15 e il 30 novembre mentre le altre 23 nel mese di dicembre. Gli importi vanno da un minimo di 50 a un massimo di 200 euro e si riferiscono a varie tipologie di errori: dal mancato rispetto del calendario del porta a porta all'abbandono di rifiuti sul marciapiede. Sono numeri piuttosto piccoli rispetto allo sforzo messo in campo dal Comune e agli oltre mille verbali per violazioni al codice della strada elevati in zona nei primi due mesi di attivazione del servizio. Dimostrazione ulteriore di quanto sia difficile sanzionare comportamenti scorretti sul fronte dei rifiuti soprattutto a utenti di origine cinese che in questo quartiere sono la stragrande maggioranza. Le venticinque multe sono frutto di un lavoro d'indagine da parte degli ispettori Alia e della polizia municipale impegnati nei pattugliamenti della zona che nella prima fase hanno avuto solo scopo informativo. Indagini spesso non è possibile fare perchè mancano gli elementi oggettivi per individuare il responsabile dell'abbandono o dell'errato conferimento. Torna quindi d'attualità la richiesta che da tanto tempo ha fatto il Comitato Macrolotto Zero: installare delle telecamere nei punti critici diventati ormai una discarica quotidiana. Un esempio per tutti è il marciapiede all'angolo tra via Pistoiese e via Rota (foto in alto). E' un cumulo di sacchetti colmi di immondizia che ogni giorno viene eliminato da Alia e che puntualmente si riforma nel giro di poche ore dall'ultimo passaggio. "Solo con le telecamere metteremo fine a questo letamaio che rappresenta un vero e proprio rischio per la salute pubblica. Tra l'altro sarebbe auspicabile anche risistemare il marciapiede e pulire adeguatamente il muro che ormai ha assorbito lo sporco ed è pieno di batteri. – afferma Bruno Gualtieri, presidente del Comitato – La telecamera è l'unico deterrente efficace e servirebbe anche per le tante auto che provengono da via Marini e compiono una manovra azzardata per imboccare via Rota da via Pistoiese. Una videosorveglianza seria ci aiuterebbe anche contro lo spaccio che si è spostato qui dalle zone "più calde" per effetto dei controlli".
Poi c'è il fenomeno delle campane per la raccolta del vetro che si trasformano in isole ecologiche abusive. Abbiamo fatto un giro in zona a metà mattina e ne abbiamo contate diverse tra via Pistoiese e le varie traverse.

Durante il percorso incrociamo Vincenzo De Caro che da 6 anni, grazie a un progetto specifico che coinvolge anche la comunità cinese, ogni mattina pulisce via Pistoiese in largo e in lungo dal Bar Scalino fino a via Curtatone riempendo almeno un sacco grande. A suo avviso il lavoro fatto dalla task force in questi mesi inizia a dare i frutti: "Qualche piccolo miglioramento si vede soprattutto per l'abbandono dei sacchetti in strada ma con i cinesi non è facile. Ogni giorno devo ricominciare da capo".

Non condivide il giudizio positivo sui risultati del gruppo messo in campo dal Comune, Bruno Gualtieri: "Non c'è alcun miglioramento. Siamo al punto di prima. Non è una cosa che si risolve in due-tre mesi. E' 35 anni che conviviamo con questo problema. E' un lavoro che va fatto giorno per giorno continuativamente promuovendo l'educazione del porta a porta con interventi organici. Gli interventi spot una tantum sono una goccia nel mare". 
E.B.
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia