Categorie
Edizioni locali

La delegazione in visita alla Dogaia accolta dalla protesta dei detenuti


Redazione


Sono stati accolti dalla rumorosa protesta dei detenuti, da giorni impegnati in un manifestazione non violenta per protestare contro le condizioni di vita interne al carcere. Sono subito entrati nel vivo dei problemi, così, il parlamentare Antonello Giacomelli e la consigliera regionale Cristina Pacini, entrambi del PD, che con Vittorio Giugni, segretario dell’associazione radicale Liber@mentePrato, hanno fatto unavisita ispettiva al carcere della Dogaia, nell’ambito dell’iniziativa nazionale lanciata dai Radicali Italiani “Ferragosto in Carcere“.La delegazione stata accolta dal direttore del carcere, Vincenzo Tedeschi, dal responsabile degli educatori e dal capo della polizia penitenziaria. Che hanno subito indicato i punti di crisi del carcere: sovraffollamento (presenti 657 detenuti, previsti da regolamento 419); estrema carenza dell’organico della polizia (in servizio 244-organico previsto 345); mancanza assoluta di un budget sufficiente. La Polizia Penitenziaria lamenta con forza le pesanti condizioni di lavoro e di vita in cui si trovano ad operare gli agenti (diversi sono anche ospitati nella caserma interna all’istituto). Ogni agente in servizio lavora mediamente oltre 10 ore al giorno. Causa di affaticamenti e di stress che, inevitabilmente, comportano l’aggravamento della normale vita del carcere. I lavoranti (tra interno ed esterno) sono 150. 370 detenuti sono stranieri (oltre il 56%). Particolarmente grave la condizione di questi ultimi (tutti molto giovani) che non hanno nessun contatto in Italia e non possono avere (se non lavorano) nemmeno qualche euro per acquisti in carcere.La visita alle sezioni ha permesso alla delegazione di osservare come nelle celle di 13 metri quadri siano presenti quasi sempre almeno 3 detenuti. Che sono assolutamente privi di ogni spazio vitale.Alla fine della visita la delegazione ha colloquiato con una decina di detenuti. Giacomelli ha  promesso ai detenuti ed ai responsabili del carcere che presenterà in Parlamento, cercando di ottenere anche la firma dell’onorevole Riccardo Mazzoni (PdL), una interrogazione sul carcere di Prato per vedere se possibile ottenere dal Ministero un aumento dell’’organico ed un rimpinguamento dei finanziamenti.
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia