Categorie
Edizioni locali

Impianto dentale pagato e lasciato a mezzo, a Prato decine di pazienti vittime del crack di Dentix


La catena spagnola ha chiesto il fallimento: uno dei centri italiani era in Corso Mazzoni: "Ho pagato duemila euro anticipati e ora dovrò spendere anche per farmi togliere il lavoro già fatto"


Redazione


A febbraio ha concordato una serie di interventi legati ad un impianto dentale con il negozio pratese di Dentix, la nota catena con sede in Spagna e centri in 57 città italiane. Ha pagato anticipatamente duemila euro, accendendo un finanziamento con Cofidis, e ha iniziato il lavoro. Poi c'è stato il lockdown, la chiusura delle attività e ora la doccia fredda: Dentix ha portato i libri in tribunale in Spagna e tutti i centri sono stati chiusi. "Così – dice Alessio – mi ritrovo con i soldi già pagati e il lavoro lasciato a mezzo, che nessun dentista naturalmente vuole proseguire. Dovrò quindi pagare per fare rimuovere il già fatto e, poi, spendere di nuovo l'intera somma per rifare l'impianto da capo".
Alessio è uno delle centinaia i pazienti coinvolti nel fallimento della catena odontoiatrica Dentix Italia, conseguenza di quello della casa madre spagnola. In Toscana Dentix Italia è presente con cinque ambulatori, uno dei quali a Prato, in posizione centrale, all'angolo tra piazza Duomo e il Corso.
"Non avevo nemmeno messo in conto la possibilità di un fallimento – racconta Alessio -. Dentix è una catena internazionale, faceva pubblicità sulle tv nazionali. Il prezzo era competitivo e il personale mi sembrava preparato. certo, c'era la questione del pagamento anticipato, ma visto che rispetto agli altri preventivi avrei risparmiato circa 600 euro, non mi sembrava un sacrificio. E invece adesso siamo in questa situazione".
Alessio si è rivolto alla Federconsumatori, che sta portando avanti una battaglia a tutela dei tanti clienti, molti anche a Prato, che hanno già speso migliaia di euro per ritrovarsi con i lavori lasciati a metà. "La vicenda si ripete con lo stesso copione – spiega Federconsumatori -: i pazienti vengono indotti ad accendere un finanziamento per affrontare le cure odontoiatriche necessarie. In tal modo Dentix incassa subito l’intero ammontare della parcella e il consumatore si fa carico degli interessi da riconoscere alla finanziaria complice, dopodiché le cure proseguono lente e a singhiozzo fino alla latitanza con lo stop operativo. Da alcune testimonianze emerge il forte sospetto che i pazienti siano indotti a sottoporsi a interventi sanitari non necessari e non appropriati".
La doccia fredda per Alessio è arrivata pochi giorni fa: "Lo studio – racconta – aveva interrotto l'attività per il lockdown lasciando solo un  numero verde per le urgenze, che però è stato quasi subito disattivato. Ho allora contatto il vicedirettore che mi ha rassicurato, dicendo che stavano riorganizzando la riapertura. Non vedendo niente sono tornato alla carica e ho fatto la triste scoperta".
"Le cure odontoiatriche per troppi cittadini sono divenute un vero e proprio calvario – aggiunge Federconsumatori -, abbandonati dal settore pubblico, vittime, nel privato non regolato, di società di capitali, votate al solo profitto e spesso prive di deontologia medica. Per questo come Federconsumatori Nazionale, ci siamo rivolti al ministro Speranza, chiedendo un incontro per discutere e pianificare una necessaria e urgente riforma del settore, che preveda, da un lato, investimenti diretti da parte del settore pubblico (Stato e Regioni), dall’altro, una regolazione del settore privato che metta al centro la forma societaria della Società Tra Professionisti (STP), con uno stop alle società di capitali".
 
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia