Categorie
Edizioni locali

Il tempio crematorio potrebbe nascere a Santa Maria a Colonica


Il progetto è già stato presentato al Comune dalla Prato Invest (Confindustria) e dalla sede pratese della So.Crem


Redazione


Un tempio crematorio altamente tecnologico che potrebbe essere realizzato al Macrolotto 2 vicino al cimitero di Santa Maria a Colonica su un'area di 10mila metri quadrati di cui solo 4mila utilizzati per l'opera. E' il progetto presentato al Comune dalla Prato Invest (Confindustria) e dalla sede pratese della So.Crem-società per la cremazione lo scorso 4 luglio (protocollato il 14 dello stesso mese), forti di una richiesta crescente di questo servizio. Ad oggi la cremazione, rispetto all'inumazione, è scelta dal 43% dei pratesi e in un anno si contano 2500 decessi, ma a causa dell'assenza di un forno, i servizi funebri delle associazioni di volontariato sono costretti a bussare alla porta di Pistoia o di Livorno e questo aumenta i costi e dilata i tempi di attesa: "Siamo messi in coda alle salme dei cittadini del posto per cui si può aspettare anche 5 giorni prolungando così la sofferenza della famiglia del defunto. – spiega Franco Lotti, presidente della So.Crem – Quando Pistoia era chiusa, a Livorno abbiamo registrato anche 10 giorni di attesa. Firenze serve solo i residenti della propria area.  E' come se i pratesi fossero orfani. Da anni ci battiamo per dare alla città un tempio crematorio ma fino a oggi non siamo mai andati oltre ai cassetti degli uffici tecnici comunali. Ora invece, c'è anche l'interesse della parte economica della città. Per questo abbiamo accolto con soddisfazione l'intenzione di Pratoinvest di impegnarsi per risolvere il problema dell'assenza sul territorio del tempio. Ci siamo quindi associati. E' importante che chi crede che la città debba avere questo servizio, presente ormai quasi in tutta la Toscana – venga a firmare la petizione nella nostra sede in via Santa Trinita".  Archiviata definitivamente l'ipotesi di un forno al cimitero di Chiesanuova, la questione non è più stata al centro dell'attenzione. Ora questa proposta riaccende i riflettori anche alla luce della nuova location. "Abbiamo scelto un terreno vicino alle fabbriche, molto ampio e piuttosto distante dall'abitato proprio per tenere conto di tutto.- spiega Giulio Lombardo, presidente di Pratoinvest – Tra l'altro l'area è già a destinazione rispetto cimiteriale per cui basterebbe solo trasformarla in "cimiteriale". Comunque se il Comune ha altre proposte siamo disponibili a cambiare".
L'impianto prevede l'attivazione di un forno e la predisposizione per il secondo. Sarà dotato di cenerario comune, chiamato Giardino delle rose, per chi non vorrà disperdere o portare a casa le ceneri del defunto. Complessivamente il costo è di 3 milioni euro che saranno coperti interamente dai proponenti senza che il Comune spenda neanche un euro. "Non solo l'amministrazione comunale non avrà alcun aggravio di costo, ma una volta che il forno sarà attivo risparmierà perchè ogni anno spende molti soldi per cremari i resti delle riesumazioni – spiega Franco Bigagli della So.Crem. Solo nel 2016 ha speso 160mila euro per utilizzare il forno di Bologna". 
La parola, quindi, passa all'amministrazione comunale. "Il progetto che abbiamo presentato deve essere sottoposto al vaglio tecnico e politico. – prosegue Lombardo – Se entro l'anno non riceveremo alcuna notizia torneremo a bussare agli uffici. Sappiamo che l'iter burocratico per dare il via all'operazione è lungo. Ci basterebbe vederlo procedere un passo alla volta per arrivare a conclusione per il 2019".
La So.Crem, che a Prato conta duemila soci e non ha scopo di lucro, è in contatto con l'Università di Pisa per effettuare un'indagine demoscopica sull'interesse che i pratesi potrebbero avere verso questo tipo di servizio. 
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia