Categorie
Edizioni locali

Il pontificale apre le celebrazioni dell’8 settembre. Dalla Chiesa invito alla carità e all’accoglienza


Redazione


Sono iniziati con le celebrazioni religiose i festeggiamenti per la Madonna della Fiera, che stasera avranno il loro clou con il Corteggio storico. Stamani, durante il solenne pontificale, nelle navate del duomo sono risuonate alte le parole del Papa: “Carità e verità nella giustizia”. Ed è proprio prendendo spunto dall’enciclica sociale di Benedetto XVI, che l’ospite d’onore della diocesi di Prato nel giorno dell’8 settembre, monsignor Claudio Maria Celli ha rinnovato l’invito del Papa a “essere strumenti della Grazia per tessere reti di carità”. Ritornando al tragico episodio del naufragio degli eritrei, poi, il cardinale si è lasciato andare ad una amara riflessione: “I valori cristiani dove sono andati a finire?”. L’alto prelato Vaticano, presidente del Pontificio consiglio per le Comunicazioni sociali, ha presieduto questa mattina in duomo il solenne pontificale nel giorno della festa più importante per la città e la diocesi.“Leggendo nell’enciclica il verbo tessere – ha detto il cardinale Celli – ho pensato subito a Prato, dove sapete benissimo cosa significa e altrettanto bene noi tutti sappiamo cosa vuol dire “tessere reti di carità” accanto a Maria”. Presenti alla celebrazione le autorità cittadine, con il vice sindaco Goffredo Borchi, a rappresentare il Comune di Prato, il presidente della Provincia Lamberto Gestri, il prefetto Eleonora Maffei e i rappresentanti delle forze dell’ordine. In una cattedrale piena di gente comune venuta a rinnovare la devozione e a stringersi attorno al Sacro Cingolo, la reliquia mariana custodita nel duomo di Prato, monsignor Celli nel corso dell’omelia ha sottolineato più volte l’attualità del messaggio che questa festa porta con sé.“Verità e giustizia – ha spiegato l’alto prelato – scendono dal cielo, sono un dono di Dio. Chi ama con carità gli altri deve essere anzitutto giusto verso di loro e i Papi ci hanno sempre ricordato che la giustizia è la prima via della carità”. Le parole di monsignor Celli hanno poi inteso ribadire che la Chiesa ha la missione di verità per una società a misura d’uomo. Secondo il “ministro” vaticano della comunicazione, per uno sviluppo dell’uomo, secondo dignità e vocazione: “Le istituzioni da sole non bastano, lo sviluppo integrale comporta assunzione di responsabilità da parte di tutti”. E riportando le parole di Benedetto XVI, mons. Celli ha ricordato come: “solo l’incontro con Dio permette di non vedere nell’altro soltanto e solo un altro ma di riconoscere in lui l’immagine divina”. Al termine del pontificale si è tenuta la speciale Ostensione per i malati e si è ripetuta l’offerta dei ceri alla Cappella della Cintola da parte del Comune.
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia