Categorie
Edizioni locali

Il “piccolo” Museo del Tessuto si misura con il “grande” evento, e l’Ermitage lo promuove a pieni voti


Redazione


Il museo più piccolo e più giovane della città per allestire il grande evento. Detto così può sembrare un paradosso, in realtà è quello che è accaduto a Prato dove sarà il Museo del Tessuto ad ospitare la mostra “Lo stile dello zar”, che da sabato 19 settembre fino al 10 gennaio è destinata a far ruotare intorno a sé una miriade di iniziative, con lo scopo di lanciare la nostra città nel circuito del turismo culturale. E dire “ospitare” è sicuramente riduttivo alla luce di quanto fatto finora dallo staff del Museo, che in questi mesi è riuscito davvero a “creare” la mostra, lavorando fianco a fianco con l’Ermitage di San Pietroburgo e con le altre istituzioni coinvolte.Ecco, su un punto l’azzardo degli organizzatori è sicuramente già stato premiato, perché al di là di quello che sarà il riscontro  numerico dei biglietti staccati (parametro sicuramente fondamentale e da non trascurare), il successo scientifico e culturale dell’iniziativa è stato centrato: nel giro di qualche mese il piccolo staff (appena sette persone) guidato dal direttore Filippo Guarini, sotto la supervisione del presidente della Fondazione Andrea Cavicchi, è riuscito a creare un contesto culturale e un percorso museale in cui inserire i tanti pezzi pregiati arrivati dall’Ermitage. Un lavoro che ha impressionato gli stessi russi, al punto che hanno riconosciuto al Museo del Tessuto il ruolo di centro di eccellenza per valorizzare la loro ricca collezione legata ai tessuti. “Sono davvero soddisfatto del lavoro fatto dal direttore e dai suoi collaboratori – afferma Cavicchi -. Sono riusciti a dare un contenuto alle tante opere messe a disposizione dell’Ermitage, che in noi ha trovato un museo che non si è limitato ad esporre i loro capolavori, ma è riuscito a valorizzarli inserendoli in un preciso contesto culturale”. Parole cui fanno eco quelle del direttore Guarini: “Per noi è stata una sfida, ma anche un’eccezionale occasione di crescita per l’intera struttura. Poterci misurare con una cosa così grande ci ha permesso di uscire dalla nostra dimensione cittadina”.E che la cosa sia grande lo dicono i numeri: con oltre un milione e 300mila euro investiti, “Lo stile dello zar” è sicuramente l’iniziativa culturale più importante realizzata a Prato a livello museale. “Non nascondo che all’inizio ho avuto più di qualche titubanza – ammette Cavicchi -. Ci veniva chiesto di organizzare un evento che aveva un budget pari a tre volte il nostro bilancio annuale. Non solo, finora avevamo organizzato mostre che, a essere larghi, erano un decimo rispetto a questa. Un po’ ci spaventava anche l’idea di doverci confrontare con un colosso come l’Ermitage. Ma ora, giunti a questo punto, posso dire di essere contento di avere accettato la sfida, perché il Museo del Tessuto ha dimostrato veramente cosa può arrivare a fare”.Del resto, che sia stato scelto proprio il Museo del Tessuto non è casuale. “C’era bisogno – spiega Guarini – di collegare l’evento al tessile. Perché è vero che con questa mostra Prato cerca nuove strade e nuove possibilità di sviluppo, però non deve essere letta come una fuga da quella che è stata, è e sarà la vocazione principale del distretto. E infatti il nostro sforzo maggiore è stato quello di far sì che una mostra d’arte avesse ricadute sulla città. Insomma, esaltiamo la tradizione di eccellenza del tessile italiano nei secoli, ma diciamo anche che l’erede di questa tradizione, ai nostri giorni, è Prato con il suo distretto”.
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia