Categorie
Edizioni locali

Il numero unico antiviolenza 1522 diventa una vetrofania


L'iniziativa è del Comune di Prato in collaborazione con le associazioni di categoria. Sempre più donne chiedono aiuto prima rispetto al passato. I numeri del Centro La Nara sono in crescita


Redazione


Il numero unico antiviolenza ed antistalking 1522 diventa una vetrofania. Grazie alla collaborazione delle associazioni di categoria, l'adesivo sarà attaccato agli ingressi dei negozi, dei ristoranti e in generale delle attività cittadine.
Un modo per far sentire meno sole le persone vittime di violenza e aiutarle a uscire dal silenzio e dalla paura. "Diffondere il numero è fondamentale – dice Francesca Ranaldi, responsabile del Centro antiviolenza La Nara – come è fondamentale sapere che questo può essere uno strumento in grado di portare la donna ad intraprendere un percorso di uscita dalla violenza. Io penso che questa azione svolga una doppia funzione: sia quella di chiedere aiuto e supporto sia quella di avere uno strumento di consapevolezza e di scelta. Esporre un simbolo come questo significa scegliere una posizione – prosegue Ranaldi – che è quella di essere dalla parte delle donne, dei bambini e delle bambine che subiscono violenze".
I numeri del Centro antiviolenza La Nara che segue tutto il territorio pratese sono elevati e in crescita. "Le donne che hanno chiamato il numero quest'anno sono di più del precedente. Ad oggi – prosegue Ranaldi – abbiamo all'attivo, per i percorsi di uscita dalla violenza, 470 donne che è un numero altissimo". Cosa che preoccupa perchè mette in luce l'entità del fenomeno ma allo stesso tempo conferma il successo delle campagne informative e di sensibilizzazione. "Donne che – conclude Francesca Ranaldi – chiedono aiuto prima, il tempo di durata del maltrattamento sta cominciando a diminuire e questo è un grande segno di consapevolezza e di volontà di uscire da una spirale di abusi".

Un'iniziativa fortemente voluta dal Comune. "Ci è sembrato molto importante coinvolgere le associazioni di categoria per divulgare il più possibile il numero 1522, vogliamo infatti mandare il messaggio che le donne pratesi non sono sole – commenta l'assessora alle attività produttive Benedetta Squittieri – in questo senso ci fa piacere che le associazioni di categoria siano al fianco del Comune in questa battaglia".
Per l'assessora alle pari ppportunità Ilaria Santi "l'obbiettivo è quello di distribuire le vetrofanie a tutti quei negozi ed esercizi commerciali della nostra città perché tutte le donne possano conoscerlo, evitando come troppo spesso accade che si raggiunga l'apice della violenza – continua Santi- spesso poi diamo per scontato che le persone conoscano cose che a noi possono sembrare banali, quando invece il piccolo gesto di attaccare un adesivo potrebbe salvare una vita".

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia