Categorie
Edizioni locali

Il museo civico si allarga: quattro nuove sale nell’ex Monte dei Pegni


Quasi completati i lavori delle stanze che saranno inaugurate a settembre in occasione della mostra sulla Sacra Cintola. Quasi 800 metri a disposizione per ospitare anche i quadri della galleria degli Alberti


Redazione


Entro marzo saranno pronti i tre nuovi locali che completeranno le sale espositivi di palazzo Pretorio. I lavori delle tre stanze, un tempo appartenute al Monte dei Pegni, verranno inauguarate a settembre in occasione  della mostra dedicata alla Sacra Cintola. Quasi 800 metri quadrati a disposizione per nuove esposizioni, ma soprattutto per ospitare la collezione di Palazzo degli Alberti.

"Nell'accordo firmato qualche giorno fa – spiega l'assessore alla cultura Simone Mangagni – è previsto anche il rientro del quadro del Bellini. Pprecisato questo i tre pezzi più importanti probabilmente verranno destinati alla collezione permanente, per gli altri stiamo pensando a esposizioni temporanee, ma ne dobbiamo parlare con la Sovraintendenza". I quattro locali, l'edificio è datato 1720, si trovano due al piano terra, uno in realtà è già stato ristrutturato e ora ospita la sala conferenza, mentre quello attiguo è oggetto di ristrutturazione e due al piano superiore, dove per anni sono stati custodi i quadri di palazzo Pretorio. Il finanziamento, in parte regionale, ammonta a 300 mila euro ed è stato utilizzato per rifare gli impianti elettrici, costruire l'ascensore e ripristinare la scala interna in pietra che risale ai primi del 1700.

Intanto stanno per partire anche i lavori per realizzare il nuovo ingresso di palazzo Pretorio davanti alla fontana del Bacchino. "Vorremmo arrivare ad avere il nuovo ingresso per settembre – ha sottolineato Mangani – ma dobbiamo capire se ci sono i tempi tecnici per realizzarlo. Il progetto che si rifà a quello originale, prevede lo spostamento del bookshop nella prima sala che ospiterà anche la biglietteria". Non sono previsti lavori in muratura, ma impianti che saranno realizzati in azienda e poi trasferiti nel museo, la tempistica è di circa cinque mesi, ma per completare tutto il progetto è necessario cambiare una parte del percorso espositivo e tenere chiuse alcune zone. 

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia