Categorie
Edizioni locali

Giovane pratese vince il premio Prize con un cortometraggio sulle ludopatie


A soli 18 anni Giovanni Guida ha già all' attivo due importanti lavori compreso uno sul fenomeno del femminicidio. Una produzione a "Km zero" che ha fatto nascere anche collaborazione con altri artisti di Prato


Redazione


Dalla passione  per il teatro a quella per la macchina da presa per Giovanni Guida il passo è stato naturale e semplice. A soli 18 anni, dopo anni di scuola teatrale, ha già realizzato due cortometraggi, "La paura di perdere tutto" classificato primo sezione cortometraggi al  premio Prize assegnato sabato 16 dicembre  e  "A sè stesso" per FilmFreeway piattaforma a respiro internazionale. Tutti rigorosamente girati a Prato e con temi destinati a far riflettere: la ludopatia e il femminicidio. 
"Nonostante la passione per le riprese- spiega – non ho mai avuto il coraggio di buttarmi  in questa avventura, poi improvvisamente è arrivata l'occasione: il concorso regionale Prize pubblicizzato anche sul sito della mia scuola. E così ho di getto ha scritto la sceneggiatura con un finale aperto: ciascuno lo interpreta secondo la propria sensibilità".
Trovata la storia è iniziata la ricerca del protagonista e dell' attrezzatura, problemi velocemente risolti: l'ingaggio di Emanuele Mineccia  compagno del corso di teatro e la generosità di un amico che ha prestato la cinepresa. "A questo punto non restava che trovare le comparse e ho deciso di cercarle fra chi non è abituato a recitare, la scelta è caduta anche sui miei genitori che si sono prestati a imparare piccole parti". Dopo le riprese, come per tutti i cortometraggi, è arrivato il momento delicato del montaggio "Sempre con Emanuele- continua Guida – abbiamo lavorato gomito a gomito e alla fine siamo riusciti a terminare il tutto in tempo per iscrivere il cortometraggio al concorso". Nell' attesa del verdetto finale, è nato un altro lavoro, questa volta  sul tema del femminicidio. "Premetto che l'ho scritto la scorsa primavera quando nel dormiveglia mi è venuta l'ispirazione. Anche questo è stato girato a Prato,  questa volta utilizzando un telefonino, ma con una tecnica diversa: l'occhio distaccato del regista che non giudica, ma riporta i fatti partendo proprio dai pensieri malati che possono esserci nella testa di un uomo che pianifica l'omicidio della  sua compagna". Sul set  anche un gruppo di attori con cui Giovanni ha deciso di realizzare il terzo cortometraggio. "Stiamo pensando di creare  una sorta di società dove ciascuno porta pe proprie specificità il primo esperimento sarà Classic Thriller Story, un noir sempre ambientato a Prato la notte di San Silvestro". 
A giugno Guida si diplomerà e ha già deciso cosa vorrà fare da grande "Certamente il regista, una strada lunga e difficile, per questo voglio tentare il test per entrare nelle accademie di cinema a Roma".
 
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia