Categorie
Edizioni locali

Giò torna a scuola accolto dall’affetto dei compagni e dei docenti


Dopo il lungo periodo passato tra ospedale e casa, stamani Giovanni Fuochi è rientrato al Gramsci Keynes. Ad attenderlo una piccola festicciola


Redazione


Dopo quasi cinque mesi di assenza per problemi di salute, stamani, 19 febbraio, Giò è tornato a scuola, il Gramsci Keynes. Ad attendere l'ingresso del leoncino di Casale, affetto da una rara forma di tumore cerebrale sin dalla tenera età, i compagni di classe, i docenti e il preside Stefano Pollini. I ragazzi hanno realizzato un cartello colorato con su scritto "Bentornato" e poi tanti regali. Ad esempio il trono di Giò con tutte le sue "imprese" e anche una bacchetta magica.

"Giò era emozionato e davvero felice. E' stata una bellissima sorpresa. – spiega la mamma di Giovanni Fuochi, Monica Bigagli – Non ho parole per ringraziare tutti di questo pensiero e della vicinanza che ci hanno dimostrato in un periodo difficilissimo. Non è vero che la bela scuola non c'è. Anzi, noi possiamo affermare il contrario. Grazie al preside che è una persona eccezionale, alla professoressa Chiara Aiazzi, all'assistente Chiara Bonacchi che segue Giò dalla seconda elementare, e a tutti i compagni che per San Valentino ci hanno addirittura fatto recapitare un cuore con dedica (ultima foto, ndr) e che hanno pregato tanto perchè Giò superasse questo brutto periodo. Abbiamo sentito il loro affetto".

Ricoverato al Meyer per ben 61 giorni a causa di un arresto cardiaco avvenuto durante una delicata operazione chirurgica a cui è stato sottoposto per artrodesi del bacino, Giò è tornato a casa in dimissioni protette a metà dicembre. A metà gennaio è stato decretato il graduale ritorno alla normalità a cui è seguita la vaccinazione antiCovid. Infine Jacopo Sardi, l'oncologo del Meyer che segue Giò, e i colleghi cardiologi hanno dato il via libera al ritorno a scuola. Giò non ha voluto aspettare neanche un giorno di più per tornare alla normalità e oggi ha fatto il suo ingresso in classe tra gli applausi dei compagni. Una grande testimonianza di attaccamento alla vita ma anche dell'importanza di una scuola inclusiva quale ha dimostrato di essere il Gramsci Keynes.
(e.b.)
 
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia