Categorie
Edizioni locali

Flop del mercatino di Natale, dopo le critiche ecco le prime defezioni degli espositori


Già in tre hanno alzato bandiera bianca: "Incassi bassi è meglio tornare a casa". L'unico stand contro tendenza è quello che vende i prodotti di Visso


Redazione


Dopo le critiche e le bocciature arrivano le prime defezioni al mercatino di Natale in piazza del Duomo. Tre casettine da ieri hanno la saracinesca abbassata: il giro d'affari è stato troppo basso e quindi, per qualcuno, a conti fatti, la decisione migliore è di tornare a casa.
“Non ha senso rimanere qui – spiegano del banco di dolci piemontesi, uno di quelli che ha alzato bandiera bianca –. Non ha senso rimanere qui, la gente è stata poca e quindi anche gli incassi molto al di sotto delle aspettative”. Il mercatino è già partito zoppo e si è ritrovato con non più di 15 adesioni, fra queste anche alcune associazioni di volontariato che pubblicizzano la loro attività.


“Se almeno avessero concesso piazza del Comune – spiega un commerciante di oggetti vintage – forse avremmo avuto più visibilità. Qui non c'è passaggio, nessuno compra, il fine settimana è andato meglio, ma decisamente al di sotto di quanto avevamo pianificato”.
In effetti la situazione non è delle più invitanti: tra le casette si aggirano i soliti frequentatori di piazza del Duomo e pochi clienti, più attenti a controllare la borsa che la merce esposta. “ Vengo da Parma – spiega un commerciante di dolci – e mi aspettavo molto di più. Oggi non è venuto nessuno, è veramente faticoso restare qui. Speriamo che qualcosa si smuova nei prossimi giorni”.
Sicuramente non aiuta vedere alcune casette chiuse e due sparuti blocchi contrapposti separati della fontana del Papero. Unica eccezione è la casetta con i prodotti di Visso: lo spazio è stato donato dagli organizzatori e dallo stesso Comune ai produttori terremotati. “E' stato un successo – spiegano -, abbiamo finito quasi tutto quello che avevamo. Ora dobbiamo rifornirci perchè siamo solo a metà strada”.

Il mercatino, secondo il regolamento del bando, avrebbe dovuto rimanere aperto almeno nove ore, un orario che a fatica viene rispettato.

alessandra agrati
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia