Categorie
Edizioni locali

Festival della birra, domani la “cotta pubblica” per la prima uscita della Birra di Prato


All'interno della kermesse che sarà ospitata nella ex fabbrica di via Targetti fino a domani i sei Mastri Birrai pratesi e l'associazione degli Homebrewer, aggiungeranno alle birre di tutto il mondo, un nuovo nettare ambrato a chilometro zero


Redazione


Se la birra dovesse trovare una declinazione perfetta, un po' come si direbbe per restare in tema gastronomico il cacio sui maccheroni, sarebbe sicuramente con lo street food. Il cibo di strada riscoperto, riproposto ed eternamente buono. E' proprio lo street food la novità di questa edizione del Festival Internazionale della Birra 2014 che si sta tenendo in questi giorni, da giovedì 11 a domani, domenica 14 dicembre, nell'ex fabbrica di via Targetti dove si è svolta l'edizione dell'anno scorso, la prima, che ha registrato il tutto esaurito. Sono ben 100 i tipi di birra provenienti da tutto il mondo cui aggiungere un panino farcito “alla vecchia maniera”, lardo di colonnata, olive ascolane, finocchiona, sbriciolona, bruschette e pizze speciali arrivate dalla Capitale; insomma tutto ciò che allieta il palato e che viene servito da ambulanti su quattro ruote molto in stile retrò.

E' buono il bilancio dei primi giorni della seconda edizione della kermesse. Ma l'evento di punta si terrà domani mattina quando insieme alle birre internazionali, farà da protagonista la birra di Prato. Alle 11,30 i sei Mastri Birrai pratesi (“Mostodolce”, “Badalà”, “Fermento libero”, “Granducato”, “I due mastri” e “Rhyton” ) e l'associazione degli homebrewer faranno la "cotta"pubblica. Gli Homebrewer, giovani e meno giovani che, per divertimento e passione, producono birra fatta in casa. Tra di loro ci sono soggetti molto singolari che hanno fatto del nettare ambrato e della filosofia del chilometro  zero un vero e proprio stile di vita anche lavorativo. Ivan Stingo ad esempio, ha aperto un punto vendita in piazza Mercatale e oltre a mettere in commercio la birra da lui produce ha avviato anche un beer shop dove si può acquistare tutto l'occorrente per diventare noi stessi produttori di birra da casa nostra. Ad oggi l'associazione degli Homebrewer conta 33 iscritti e domani, per la prima volta presenteranno quella che può essere definita la “Birra di Prato”, una birra chiara a chilometro zero ottenuta con una percentuale di grano della filiera cerealicola“Gran Prato”.  La cotta di prova (il processo di produzione di alcuni litri di prodotto) sarà pubblica e tutti potranno assistere. La "birra di Prato”, sarà poi messa in produzione da ciascun birrificio con etichetta unica. La birra però non ha ancora un nome, sarà il popolo del web a deciderlo andando sulla pagina Facebook "Birrai pratesi uniti".

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia