Categorie
Edizioni locali

E’ stata una corsa contro il tempo. Tecnici a lavoro anche di notte e il Dagomari ha di nuovo un tetto


All'indomani della tempesta di vento il dirigente dei Lavori pubblici della Provincia aveva prospettato la necessità di un paio di settimane per il ripristino, invece i diversi giorni di clima favorevole hanno permesso di accelerare i lavori fino a concluderli, a tempo di record, nella giornata di ieri


Redazione


Il Dagomari ha già il nuovo tetto, completamente montato e assicurato alla struttura nel tempo record di pochissimi giorni. E' stata una corsa contro il tempo per evitare che la pioggia annunciata fermasse i lavori e per mettere il prima possibile la struttura in sicurezza. I tecnici hanno lavorato anche nelle ore serali, sabato e domenica compresi e da ieri l'istituto ha una nuova copertura. Coperta anche la palestra del Datini, appena il tempo lo permette sarà ripristinata anche quella della palestra del Gramsci-Keynes.

"Adesso pensiamo alle palestre – ha dichiarato il vice presidente Emiliano Citarella che in questi giorni ha seguito il cantiere da vicino e sabato e domenica era presente alle ultime fasi con l'obiettivo di riaprire anche queste nel giro di pochi giorni. Ringrazio chi ha lavorato, dando molto più di quanto fosse dovuto con l'obiettivo di evitare il più possibile disagi agli studenti, e le presidi del Dagomari Maria Josè Manfrè e del Gramsci-Keynes Grazie Maria Tempesti per l'aiuto e la preziosa collaborazione”.
All'indomani della tempesta di vento il dirigente dei Lavori pubblici della Provincia Antonio De Crescenzo aveva infatti prospettato la necessità di un paio di settimane per il ripristino del tetto del Dagomari. Invece i diversi giorni di clima favorevole hanno permesso di accelerare i lavori fino a concluderli, a tempo di record, nella giornata di ieri, domenica 15 marzo. Il nuovo tetto coibentato, costituito da alluminio e poliuretano espanso, è stato montato su tutto l'edificio a forma di elle che ospita la scuola.
“Rimane da coprire una piccolissima porzione laterale a cui stiamo lavorando mentre ci occupiamo delle rifiniture, soprattutto le sigillature per evitare qualsiasi infiltrazione -spiega l'ingegner De Crescenzo – Anche la copertura della palestra Datini è completa, mentre per quella del Gramsci-Keynes dovremo aspettare che il tempo migliori, questione di un giorno o due”.

Intanto ci si sta occupando degli interni della palestra Datini, lo sgombero dei detriti e la ripulitura complessiva prenderà qualche giorno, ma De Crescenzo è fiducioso di poterla riaprire entro questa settimana. Per la palestra del Gramsci-Keynes, che non ha subito danni interni, si tratta di ripristinare la copertura più esterna, lavoro che sarà realizzato in pochi giorni, per riaprire gli spazi alla normale attività al più tardi lunedì prossimo.
Attualmente tutte le palestre del polo di via Reggiana sono chiuse: Datini e Gramsci-Keynes per i lavori necessari, Dagomari per il cantiere che ancora ingombra l'area.

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia