Categorie
Edizioni locali

Don Savino a Tobbiana per la “sua” Amatrice: “I soldi ci sono ma non possono essere spesi. Andiamo avanti con le donazioni”


Il parroco della cittadina colpita dal terremoto del 24 agosto scorso protagonista di una serata all'insegna della solidarietà e della testimonianza


Redazione


"La ricostruzione? Solo Dio lo sa. I soldi ci sono, una montagna di soldi ma sono destinati alle istituzioni pubbliche e non possono essere spesi senza progettazione. Ai bisogni delle famiglie ci pensiamo coi soldi donati alla Chiesa. Non è polemica la mia, è la rappresentazione della realtà".
A un anno dal terremoto che ha cancellato interi territori dell'Italia centrale, la normalità è ancora lontana. Quanto lontana lo ha spiegato don Savino, parroco di Amatrice, ospite ieri, giovedì 13 luglio di "Tobbiana in festa", la festa organizzata ogni anno dalla parrocchia di don Alessandro Magherini. Il gemellaggio stretto nei mesi scorsi tra le nove parrocchie del vicariato Prato ovest e quella di Amatrice, ha legato col filo della solidarietà due territori lontani qualche centinaio di chilometri. Le parole di don Savino hanno commosso il pubblico. "Questo ultimo mese è uno dei periodi peggiori dal 24 agosto, è passato un anno ma ancora non abbiamo niente. Il terremoto ha fatto 239 morti ad Amatrice che contava circa 2.300 abitanti tra il centro e le frazioni mentre oggi non si arriva a mille e sono tante le famiglie che vivono ancora nei camper, nei container, nelle roulotte e perfino nelle baracche. Delle 250 casette previste ne sono state consegnate 87 e non tutte sono abitate perché non ci sono negozi e l'unica fonte di approvvigionamento dei beni di prima necessità è la Caritas".

Promesse, impegni, rassicurazioni dalle istituzioni ma la macchina fatica a muoversi e le pastoie burocratiche inghiottono la speranza di Amatrice così come degli altri centri colpiti dal terremoto. "Tutto fermo – le parole di don Savino – dopo un'assistenza iper che nel primo momento consisteva, per esempio, in cinque persone impegnate a servire un piatto di amatriciana, siamo al nulla. Ci aiuta la solidarietà di tanta gente, associazioni, enti, comitati, parrocchie che ci hanno espresso concretamente la loro vicinanza".
Ad accogliere don Savino il vescovo Franco Agostinelli, don Alessandro Magherini, don Marco Degli Angeli che ha accompagnato ad Amatrice i ragazzi del vicariato Prato ovest. Grande emozione il racconto di un paio dei ragazzi e dei volontari della Pubblica Assistenza e della Misericordia che hanno toccato con mano la tragedia di Amatrice.   

nt
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia