Categorie
Edizioni locali

Ciclismo, appello del Comitato provinciale: “Senza un Ciclodromo i giovani pratesi abbandoneranno questo sport”


Redazione


Che la situazione dello sport a Prato non attraversi un momento felice è chiaro a tutti e non serviva certo la poco lusinghiera (per noi) classifica stilata dal Sole 24Ore a ricordarlo. I risultati a livello di sport di squadra (con l’eccezione dei Cavalieri e dei circoli tennis) sono quelli che sono e anche a livello individuale molto viene lasciato alla buona volontà delle singole società. Il problema di fondo, però, è sempre quello degli impianti. Ecco così che, al coro delle proteste, si aggiunge ora il comitato provinciale della Fci (Federazione ciclismo) che, per bocca del suo presidente Marco Boretti, denuncia l’assoluta inadeguatezza degli impianti che rischiano di minare dalle fondamenta lo sviluppo del settore giovanile. “Da anni – scrive Boretti – ci troviamo a far fronte a gravi lacune per quanto riguarda l’impiantistica sportiva. Nella nostra città manca una struttura protetta da usare come Ciclodromo, destinata allo svolgimento di allenamenti e gare ciclistiche per le categorie giovanili. Questo fattore ricade sul reclutamento dei giovani verso questo sport,infatti molti genitori si trovano perplessi quando un loro figlio decide di scegliere questa disciplina sportiva,una delle più popolari della nostra regione e nazione. Perplessità dovute a seri problemi di sicurezza soprattutto negli allenamenti. Negli anni passati, le varie giunte che si sono succedute in Comune e in Provincia hanno promesso alle società ciclistiche e al Comitato provinciale un terreno destinato ad ospitare questo impianto. Inoltre un progetto era stato già redatto dal settore nazionale impiantistica della Federazione Ciclistica Italiana  ed è tuttora inserito come una delle priorità per il quadriennio olimpico 20092012 del comitato regionale Toscano della Fci. Ancora però i giovani sono costretti a svolgere i loro allenamenti in spazi ridotti e pericolosi come il rettilineo chiuso al traffico di via Ghisleri oppure nel circuito della zona industriale del Macrolotto 1,questo aperto al traffico e con veicoli che affrontano manovre pericolose”.Boretti, a nome del Comitato provinciale e delle varie società pratesi, si dichiara anche pronto a coinvolgere nella realizzazione dle progetto aziende del territorio che sono legate al mondo del ciclismo, oltre ad un coinvolgimento della stessa Fci. “Per fare questo però – sottolinea Boretti – è necessario realizzare quanto prima un tavolo comune che coinvolga società, comitato provinciale e regionale della Federazione e i rappresentanti provinciali del Coni”.
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia