Categorie
Edizioni locali

BuzziLab, lo statuto della Fondazione ancora non è pronto ma è già fuori tempo massimo


La futura veste giuridica è stata superata dagli eventi. Senza personale, responsabile e ordini, l'esperienza del Buzzilab può dirsi conclusa. Ieri il nuovo consiglio d'indirizzo ha invitato il preside a una riflessione


Redazione


Ha senso creare una Fondazione per gestire ciò che non esiste più? Questo in sostanza il ragionamento sul Buzzilab che il nuovo consiglio d'istituto del Buzzi ha sottoposto al preside Alessandro Marinelli nella riunione fiume d'insediamento di ieri pomeriggio, 6 dicembre. Una triste sintesi della realtà che appare ancora più chiara di fronte allo slittamento della presentazione dello statuto della fondazione che Regione, Scuola e Pin dovrebbero creare per dare al laboratorio contoterzi una veste giuridica appropriata come prevede la nuova normativa. La bozza avrebbe dovuto essere presentata ieri ma non è ancora pronta. D'altronde non c'è più fretta perché l'esperienza del Buzzilab può dirsi chiusa definitivamente. E' caduta al tappeto con la sospensione delle attività imposta a settembre in modo troppo repentino dal nuovo dirigente Marinelli che poi ci ha ripensato poche settimane dopo basandosi sulle promesse di messa in regola delle istituzioni che ancora non si sono concretizzate. 
Il colpo mortale al ferito grave è arrivato dalla mancata proroga dei contratti dei tecnici che operavano dentro il laboratorio, sia quelli della cooperativa, a casa da ieri, che quelli della scuola che scadranno a breve. Di conseguenza non sono state prese altre commesse e nel frattempo si è dimesso anche il responsabile del laboratorio, il professor Giuseppe Bartolini, luminare della chimica tessile e mente di importanti progetti pubblici che hanno reso il Buzzilab un'eccellenza internazionale. La sua uscita di scena non solo pregiudica qualsiasi tentativo di rinascita del laboratorio, ma azzera anche tutto il sistema di certificazioni di qualità di cui il laboratorio si era dotato nel corso degli anni. Il Buzzilab è una scatola vuota senza più anima.
Forse la città e il distretto non hanno ancora capito la gravità della perdita che stanno subendo ma chi lavora e frequenta la scuola ne è consapevole. Da qui la richiesta del Consiglio d'istituto al preside di riflettere seriamente sull'utilità di questa fondazione e sull'opportunità di prendere atto della realtà limitandosi a creare un semplice laboratorio didattico per gli studenti. 
Intanto ieri, i lavoratori del Buzzilab che fanno capo alla cooperativa hanno salutato "virtualmente" la città con un post-poesia su Facebook dal titolo "Non è facile"che qui di seguito pubblichiamo. 
E.B.
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia