Categorie
Edizioni locali

Avis chiude i centri raccolta in provincia, da gennaio il sangue si dona solo all’ospedale


La normativa europea impone nuove regole su attrezzature e e mezzi di trasporto per la raccolta e la distribuzione delle sacche di sangue. Avis ha preferito concentrare tutti gli sforzi sul Centro trasfusionale di Prato che garantisce "più tutela e sicurezza a donatori e riceventi"


Redazione


Da gennaio l'Avis chiuderà le unità di raccolta associative presenti nei comuni di Vaiano, Vernio, Carmignano e Poggio a Caiano. Di conseguenza sarà possibile donare il sangue solo al Centro trasfusionale dell'Asl 4 all'ospedale di Prato. Tutto dipende dalla nuova normativa europea che dal 1° gennaio del 2015 impone l'uniformità degli standard qualitativi sul fronte donazione sangue e derivati e del relativo trasporto. Questo comporta che gli attuali punti raccolta dovranno accreditarsi se vogliono continuare la loro attività, ma accreditarsi significa dotarsi di attrezzature, mezzi di trasporto e servizi informatici adeguati. Un investimento ingente per la associazioni di volontariato e il risultato non è comunque garantito perchè la commissione giudicante è molto severa. L'Avis ha preferito chiudere le unità di raccolta presenti sul territorio provinciale, che tra l'altro organizzano solo qualche domenica di raccolta all'anno, e accentrare tutto all'ospedale. Nessun rischio di perdere donatori che attualmente in provincia sono circa 200 per un totale di 400 donazioni e complessivamente oltre 4000 per un totale di 8043 donazioni al 30 novembre scorso (8659 nel 2013). Secondo gli esperti la distanza non influenzerà nessuno, anzi, le donazioni aumenteranno: "Intanto perchè il donatore è molto più intelligente di quello che si pensi – spiega Marco Tofani, presidente provinciale Avis – e poi perchè il centro è sempre aperto, eccetto due domeniche al mese, e di conseguenza si adatta meglio alle esigenze di vita e lavorative del donatore. Abbiamo fatto una scelta di qualità che va verso la donazione utile, la donazione del futuro e in questo siamo stati appoggiati dai volontari e da tutte le unità". La direttrice sanitaria dell'Asl 4, Simona Carli, sposa in pieno la scelta fatta da Avis: "Hanno tutta la mia stima, rispetto e considerazione perchè il Centro trasfusionale di Prato offre standard di qualità elevati e massima salvaguardia per il donatore e quindi per il ricevente. Per l'Europa il sangue è un farmaco e quindi deve avere gli stessi sistemi di sicurezza su raccolta e circolazione. Tra l'altro il nostro Centro trasfusionale ha avuto zero non conformità da parte della commissione esaminatrice dopo tre giorni di verifiche. Difficile che una piccola unità di raccolta territoriale possa tenere lo stesso standard". Il Centro trasfusionale è accanto al centro elaborazione sangue e questo permette di saltare la delicatissima fase del trasporto delle sacche di sangue raccolte. E' possibile anche prenotare la propria donazione per non perdere tempo e come prevede la convenzione nazionale il parcheggio è gratuito e la colazione è offerta. Altra novità in arrivo è la donazione differita per i nuovi donatori. Ad oggi analisi e donazione del sangue avvengono in contemporanea e la sacca viene utilizzata solo dopo il responso dei test; dal 2015 prima si fa l'analisi del sangue e solo dopo che l'esito è positivo, si torna al Centro per donare. Questo riduce al minimo eventuali errori e accresce la qualità del sangue donato. Avis ci tiene a precisare che a Vaiano, Vernio, Poggio e Carmignano chiudono i centri raccolta ma la vita associativa proseguirà. La Fratres invece, ha deciso di tentare la strada dell'accreditamento di tre delle attuali quattro strutture attualmente presenti sul territorio pratese. Si tratta di Poggio, Montemurlo e Prato (sede centrale Misericordia via Galcianese). I sopralluoghi della commissione sono in corso. 

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia