Categorie
Edizioni locali

Anche due richiedenti asilo politico realizzeranno i costumi per la fiction I Medici


All'interno di Manifatture Digitali Cinema sono stati allestiti i nuovi locali per i laboratori. Da Prato usciranno 60 abiti, mentre sono trentasei i sarti al lavoro. Le domande sono state centoventi, a fare le selezioni Alessandro Lai


Redazione


Si sono concluse le selezioni per scegliere i 36 sarti che realizzeranno i costumi per la fiction I Medici, fra loro anche due richiedenti asilo politico ospitati dal centro di accoglienza di Fiesole gestito da Il cenacolo. Un’operatrice del centro ha letto l’annuncio per le selezioni e ha iscritto Peco Osatohamwen di origine nigeriana e Guebre Hamidou del Burkina Faso, che hanno dimostrato di essere molto bravi con ago e filo. Le selezioni tramite un bando pubblico, sono state curate da Alessandro Lai, le domande di partecipazione sono state 120 , i selezionati lavoreranno nei laboratori realizzati all’interno dei locali di Manifatture Digitali Cinema nell’antico complesso di Santa Caterina, gestiti dalla bottega di alta specializzazione Costumi Rinascimentali.
“Sono molto orgogliosa – ha spiegato l’assessore alle attività produttive Daniela Toccafondi – Prato sta sempre più diventando un centro importante per l’attività cinematografica. In questi giorni Alessandro Lai è stato in città e abbiamo visitato alcune aziende con cui spero, inizieranno interessanti collaborazioni”. I sarti, che saranno impegnati per oltre due mesi, dovranno creare 60 abiti nobili, 90 capelli, 12 fra stivali e scarpe, 60 cinture e borsette oltre a 100 gioielli. L’inizio del progetto ha coinciso anche con il termine dei lavori per la realizzazione, al secondo piano del monastero, dei laboratori di cucito attrezzati con macchine per cucire, tavoli da taglio e tutti gli attrezzi del mestiere. Mercoledì 31 il governatore della Toscana Enrico Rossi visiterà i locali.

“E’ stato terminato anche l’ingresso, il portone accanto all’assessorato alla cultura, dove sono state posizionate delle istallazioni e monitor che hanno come comune denominatore i fili di tessuto – ha spiegato Toccafondi – particolare che ribadisce ancora una volta la vocazione tessile della nostra città”.
Secondo l’assessore il corso avrà anche ripercussioni positive sull’indotto: “Molti dei sarti alloggeranno nelle strutture ricettive. Anche questo è sicuramente un dato positivo”. 

a.a.
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia