Categorie
Edizioni locali

Alluvione, l’allarme del sindaco Calamai: “A livello nazionale non c’è la percezione dei danni subiti dalle nostre imprese”


Ribadita la necessità di ristori anche ai vertici di Cna in visita al Finissaggio Orchidea di via Parugiano di sotto, una delle tante aziende del distretto colpita dagli eventi del 2 novembre


Redazione


“Siamo preoccupati perché abbiamo la sensazione che a livello nazionale non ci sia l’esatta percezione dei gravi danni subiti dalle nostre imprese” non usa giri di parole il sindaco di Montemurlo Simone Calamai nel descrivere lo stato d’animo degli imprenditori montemurlesi e dell’amministrazione di fronte alla lenta reazione del governo dopo l’alluvione di inizio mese. Lunedì Calamai, insieme al suo vice Giuseppe Forastiero, hanno espresso chiaramente i propri timori ai vertici di Cna nazionale, il presidente Dario Costantini e il segretario generale Otello Gregorini, in visita al Finissaggio Orchidea di via Parugiano di sotto, una delle tante aziende del distretto colpita dall’alluvione del 2 novembre scorso.
“L’attenzione mediatica su questo evento catastrofico è calata drasticamente – hanno detto – e non vorremmo che le nostre aziende fossero lasciate sole. Servono subito adeguati indennizzi e ristori per ripartire. Qui c’è uno dei grandi motori economici dell’Italia, qui si fa quell’eccellenza nella moda che rende grande il made in Italy nel mondo. Se va in crisi un’azienda come questa, si rischia di mettere in ginocchio tutta la filiera tessile”.
Orchidea è un’azienda storica del distretto pratese che si occupa di finissaggio tessuti. Fondata nel 1983, oggi è portata avanti con passione da Valerio Scartoni, Valerio Bitorzoli e Maurizio Gori. Il giorno dell’alluvione l’acqua è salita velocemente, lasciando dietro di sé fango e tanti problemi. Fin dalla mattina del 3 novembre all’Orchidea si sono dati da fare per salvare il salvabile, ripulire e ripartire quanto prima con la produzione. “Non ci siamo fermati un attimo, abbiamo spalato fango e acqua per giorni e giorni e finalmente martedì 7 novembre abbiamo fatto ripartire i primi macchinari. – spiega uno dei titolari, Valerio Scartoni -. Fare una stima dei danni è difficile, al momento saremo intorno ai 500 mila euro. Il problema è che i motori delle macchine alluvionate, che sembravano ripartiti, uno dopo l’altro si fermano ed è dall’inizio di novembre che stiamo facendo sostituzioni per mantenere attiva la produzione con notevoli aggravi di costi che certo non possiamo far pagare ai nostri clienti”. 
Edizioni locali: Montemurlo
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia