Categorie
Edizioni locali

Alluvione, il Comune trova 9 milioni per gli interventi di ripristino. Nuove accuse a Roma


L'assessora al Bilancio Benedetta Squittieri ha recuperato la cifra con una variazione e due debiti fuori bilancio: “Il governo si volta dall'altra parte fischiettando”


Redazione


Il Comune di Prato si fruga in tasca per pagare gli interventi di ripristino che l'alluvione del 2 novembre ha causato a strade, parapetti, piste ciclabili, cimiteri e segnaletica. La cifra stanziata è di quasi 9 milioni di euro. In teoria tale cifra dovrebbe essere rimborsata dal governo ma la pratica dice altro. Al momento infatti non arriva alcuna risposta da Roma tanto che oggi, 7 dicembre, in commissione 2 dove ha presentato gli atti, l'assessora al Bilancio, Benedetta Squittieri ha commentato: “Il governo si volta dall'altra parte fischiettando”. La manovra sui conti 2023 prevede una variazione di oltre 7 milioni di euro per gli interventi urgenti e due debiti fuori bilancio di 980mila euro e di 550 mila euro per le somme urgenze. E' proprio la tipologia di interventi che impone modalità diverse per stanziare le risorse. I 980 mila euro copriranno 13 ripristini puntuali tra la pista ciclabile Fausto Coppi, l'asfalto lungo varie strade quali viale della Unione Europea, Casale e Fatticci, via del Guado, via di Cantagallo, la sistemazione dentro e fuori il cimitero di Chiesanuova, il ripristino della segnaletica fissa e luminosa dei sottopassi, il controllo degli accessi nell'area di stoccaggio rifiuti al Palazzetto dello Sport. Saranno finanziati per 571 mila euro drenando risorse dalla manutenzione strade sulla parte corrente e da economie varie; per il resto attingendo dal conto capitale con i soldi delle multe per violazioni al codice della strada.
Il secondo debito fuori bilancio, quello da 550 mila euro per il ripristino della frana di Figline. Poichè si trova su un terreno privato il Comune si muove in danno alla proprietà, ossia con rivalsa.
Per quanto riguarda la copertura della variazione di bilancio da oltre 7 milioni di euro, sono state usate risorse provenienti dall'avanzo libero, da quelli destinati agli investimenti e vincolati, ma anche dall'avanzo mutui e dalle alienazioni delle aree Peep.
Tali interventi saranno rendicontati a Giani in qualità di commissario dell'emergenza per poi presentare il dossier al governo per gli eventuali rimborsi. La commissione ha approvato la delibera a maggioranza con l'astensione dell'opposizione. Stesso risultato nell'approvazione del Consiglio avvenuto nel tardo pomeriggio.

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia