Categorie
Edizioni locali

Addio a Luca Ronconi. Maestro e regista che ha portato Prato in Europa


Si è spento all'età di 82 anni al Policlinico di Milano dove era ricoverato a causa di una polmonite. Oggi andava in scena la replica pomeridiana di un suo spettacolo al Teatro Piccolo. Il 15 novembre scorso aveva ricevuto la cittadinanza onoraria dal sindaco Matteo Biffoni


Redazione


E’ morto oggi il grande Luca Ronconi. Il regista, nato in Tunisia nel 1933 negli anni ha legato la sua storia,  il suo talento e il suo nome indissolubilmente a Prato. Stimato in tutto il mondo è morto a Milano all’età di 82 anni. In dialisi da tanti anni la sue condizioni si sono aggravate a causa di una brutta polmonite e questo pomeriggio, sabato 21 febbraio, si è spento al Policlinico di Milano. Ironia del destino o forse degna chiusura di una vita dedicata al teatro e alla sua innovazione, Ronconi ha lasciato questo mondo poco prima che andasse in scena la replica pomeridiana di Lehman trilogy al Teatro Piccolo. La notizie è rimpallata sui quotidiani nazionali e in poco tempo è stata condivisa sui social dai tanti estimatori. 
Su Twitter anche il sindaco Biffoni ha voluto ricordare il regista

Regista di grandi capolavori, da Re Lear di Shakespeare a Fahrenheit 451 di Ray Bradbury e non ultimo Danza Macabra di August Strindberg che il 5 novembre scorso ha inaugurato la stagione teatrale 2014/2015 del Metastasio. Protagonista di una stagione artistica che ha dato prestigio internazionale a Prato, Ronconi si era trasferito nella città del tessile sul finire degli anni 70, nel 1979 fondò e diresse il Laboratorio di Progettazione Teatrale di Prato dal quale poi nacque il Fabbricone.

Solo il  15 novembre scorso, era stato in città per ricevere la cittadinanza onoraria dal sindaco Matteo Biffoni in una seduta solenne del consiglio comunale, Anche la Risorta aveva salutato il ritorno del suo grande regista. Un’onorificenza voluta, non a caso, nell’anno del 50esimo anniversario del Metastasio. In quell’occasione, ricevendo il gigliato d’argento, lasciò una dedica al primo cittadino: disegnò la facciata del Metastasio e quella del Fabbricone, a cui aggiunse una didascalia con le opere da lui realizzate in quel periodo (LEGGI ARTICOLO). 
Domenica 22 febbraio e lunedì 23 febbraio sul Palazzo Comunale resteranno esposte le bandiere a mezz'asta in segno di lutto per la morte del Regista Luca Ronconi cittadino onorario di Prato.
"Anche il Partito Democratico di Prato – dice la responsabile Cultura del PD Prato Aurora Castellani – si unisce al cordoglio di tutta la città per la perdita del grande maestro di teatro, e da poco nostro concittadino, Luca Ronconi. Un'esperienza, quella del laboratorio al Metastasio, che ha segnato in positivo Prato, facendole scoprire la sua vocazione alla creatività e alla produzione anche in ambito culturale. Quella che ci ha dato Ronconi è una lezione che ci impegniamo a portare avanti: è questo il modo migliore per rendere onore alla sua memoria e alla sua grande vita artistica".

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia