Categorie
Edizioni locali

Rugby, i Cavalieri cedono alla corazzata Lazio solo per un punto


La formazione pratese a un passo dall’impresa: al Chersoni passa la capolista 28 a 29 dopo essere stata messa sotto a lungo dai padroni di casa autori di un secondo tempo magistrale. Decide un calcio di punizione al 78'


Redazione


L’ottavo turno del campionato di serie A di rugby ha offerto una delle partite più emozionanti della storia recente dei Cavalieri Union Rugby Prato Sesto. Al Chersoni arrivava la capolista Lazio e tutti i riflettori erano puntati sugli ospiti, capaci per il secondo anno consecutivo di dominare il girone 3 della serie A a suon di vittorie e punti di bonus. La partita però non è scivolata nelle mani degli ospiti, anzi è stata molto avvincente ed equilibrata, per poi essere decisa da un calcio di punizione al 78’ minuto che ha girato definitivamente la gara in favore dei biancocelesti.
Fin lì i Cavalieri Union erano riusciti ad attuare un piano di gioco molto efficace basato sulla forza del pacchetto di mischia, ma anche sull’utilizzo del piede e su una difesa arrembante. 
Nel primo tempo le due squadre si sono affrontate a viso aperto, contestando molti palloni a terra e cercando di tenere lontano i pericoli attraverso il classico ping pong tattico messo in scena dagli atleti designati a calciare: Puglia, Magni, Donato e Cozzi. Due penalità per parte valgono il 3 a 3, poi una progressione del trequarti ala laziale Leopoldo Herrera, dà il via all’azione della meta del tallonatore Gisonni che sposta per la prima volta l’inerzia del match verso la squadra romana. Il successivo calcio di punizione di Donato porta la Lazio sul 3 a 11. Lorenzo Puglia concretizza una buona fase di possesso nei ventidue metri avversari e rimette in carreggiata i Cavalieri portandoli sul 6 a 11. A pochi istanti dalla fine del primo tempo la Lazio approfitta di un placcaggio in ritardo su Cozzi e allunga dalla piazzola sul 6 a 14.
Nel secondo tempo la partita cambia di ritmo. La Lazio sfrutta un pallone recuperato lungo la linea di touch e con due off load riesce a battere la difesa per la meta di Baffigi. Il risultato di 6 a 19 sembrerebbe condannare i ragazzi del Prato Sesto a una disfatta, ma la squadra rialza la testa e si rifà sotto. Due segnature in rapida successione cambiano completamente la storia del match. Prima è Castellana a schiacciare oltre la linea, grazie ad un gesto di opportunismo su una palla vagante nel centro del campo, poi Giovanchelli conclude in meta un drive avanzante da rimessa laterale. Il piede di Puglia è preciso in entrambi, così al Chersoni il tabellone segna 20 a 19 per i Cavalieri. 
Leopoldo Herrera è inarrestabile e lo dimostra al 60’, quando rompe nuovamente la linea difensiva con un’incursione nei ventidue, andando a depositare la palla sotto i pali e prendendosi in sostanza la palma di man of the match. Dopo la trasformazione di Donato si va sul 20 a 26. Puglia e compagni non ci stanno. Allora Cesare Zucconi schiaccia di prepotenza la meta del 25 a 26, ancora una volta da un’azione iniziata con il drive avanzante. Il capitano dei tuttineri da posizione difficile prende il palo, ma si rifà poco dopo da calcio di punizione, quando al 72’ infila il 28 a 26 che fa scaldare il pubblico dello stadio di Iolo.  
Nei concitati minuti finali la Lazio è brava a crearsi l’occasione per vincere e riesce nel suo intento al 78’ minuto. Un lungo multifase con la palla in mano viene difeso generosamente dai Cavalieri, ma con quel pizzico di indisciplina che consente all’estremo Donato di regalare quattro punti preziosi alla sua squadra.
Al termine di questi intensi ottanta minuti, Lorenzo Giovanchelli ha dichiarato: “La prestazione era quello ci interessava di più. Sapevamo di affrontare la squadra più forte nonché la più attrezzata del campionato. Abbiamo fatto una partita bellissima ed è mancato davvero poco per portarla a casa. Dal campo si sentiva che l’atmosfera era diversa, che c’era la voglia di fare qualcosa di speciale. Ci rimangono questi ottimi ottanta minuti che sono sicuro serviranno per la crescita del gruppo.”
I Cavalieri Union domenica 17 dicembre affronteranno il Primavera in trasferta per l’ultimo impegno del 2023.
 
La classifica: Lazio 39; Cavalieri 34; Livorno 28; Avezzano e Capitolina 25; R.Roma 21; Civitavecchia 18; UR Firenze e Villa Pamphili 15; Napoli 10; Paganica 7; Primavera Roma 5. 
 
Cavalieri Union: Puglia, Fattori (44’ Fondi), Marioni, Pancini (74’ Marzucchi), Castellana (61’ Nistri), Magni, Renzoni, Morelli, Zucconi, Righini, (68’ Reali), Ciampolini, Casciello, (56’ Dalla Porta), Rudalli (69’ Sansone), Giovanchelli (69’ Di Leo), Sassi All. Chiesa
Lazio Rugby 1927: Donato D., Bonavolontà, Baffigi, Cruciani (61’ Bianco), Herrera, Cozzi, Albanese, Donato J, Pilati, Colangeli, Sommer, Cicchinelli, Silla (65’ Cordì), Gisonni (62’ Calabrò),Moscioni (65’ Hliwa). All. De Angelis
Marcatori: 9’ cp Puglia (3 a 0), 12’ cp Donato (3 a 3), 19’ m. Gisonni (3 a 8), 21’ cp Donato (3 a 11), 36’ cp Puglia (6 a 11), 39’ cp Donato (6 a 14); 43’ m. Baffigi (6 a 19), 46’ m. Castellana tr Puglia (13 a 19), 55’ m. Giovanchelli tr Puglia (20 a 19), 60’ m. Herrera tr Donato (20 a 26), 68’ m. Zucconi (25 a 26), 72’ cp Puglia (28 a 26), 78’ cp Donato (28 a 29).
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia