Categorie
Edizioni locali

I Cavalieri sfiorano l’impresa: sconfitti (ma con onore) dai campioni d’Italia del Benetton Treviso


Redazione


Il sogno è durato un tempo ma alla fine resta la soddisfazione di un debutto nel rugby che conta dove I Cavalieri Prato non hanno per nulla demeritato, confermando di essere a pieno titolo nel Super10. I tuttineri, ieri con la nuova maglia rosa e bianca, sono stati sospinti da un pubblico da tutto esaurito (1.300 gli spettatori al Chersoni) e hanno impegnato severamente i campioni d’Italia della Benetton treviso, riuscendo alla fine a conquistare anche un punto di bonus, dopo essere stati in vantaggio per due volte e aver chiuso il primo tempo sul 12-10. Nella ripresa, però, la migliore organizzazione dei biancoverdi e un possesso attento unito alla conquista del territorio, hanno portato alla meta del neo-acquisto Bortolussi e ad un piazzato di Goosen, per il 12-18 finale. E a niente è servito il coraggioso forcing dei Cavalieri negli ultimi tre minuti quando, sospinti a gran voce dal pubblico, hanno provato in tutti i modi a ribaltare il risultato.L’inizio di partita è equilibrato, Treviso attacca, ma i Cavalieri rispondono colpo su colpo. Il punteggio si sblocca al 23′ grazie a Wakarua, bravo a intercettare l’ovale e a volare in meta, per la prima storica segnatura dei tuttineri in Super 10. Al 30′, però, il Benetton Treviso pareggia nin maniera rocambolesca con una meta di Vilk. I Cavalieri non ci stanno e nemmeno due minuti dopo tornano in vantaggio con un intercetto di Petillo che schiaccia oltre la linea. Wakarua trasforma per il momentaneo 12-5. Nel finale di tempo Goosen realizza la meta del 12-10 con cui si conclude il primo tempo. Nella ripresa I Cavalieri pagano pegno alla fatica e Treviso ha buon gioco a fare sua la gara con la meta di Bortolussi, al 15′ e il calcio di punizione di Goosen al 22′. Ma non è finita: i Cavalieri lottano, giocano con grinta e cuore e negli ultimi cinque minuti stringono nei propri 22 i campioni d’Italia, arrivando ad un passo dalla grande impresa, che sfuma però allo scadere.Tutto sommato, però, è stato un debutto con incorniciare con i Cavalieri, che hanno ripagato alla grande i tanti spettatori accorsi sulle tribune del Chersoni, tra i quali il sindaco Roberto Cenni che non ha voluto mancare a questo evento storico per il derby pratese. Da notare che la gara è stata preceduta dal minuto di silenzio in memoria di Andrea Cambi, storico dirigente del rugby pratese, morto proprio stamani.
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia