Categorie
Edizioni locali

Scintille sul tema termovalorizzatore. Centrosinistra all’attacco: “Il centrodestra lo vuole a Prato”, Cenni: “Non è nel programma, ipotesi inesistente”


Il dibattito innescato dalle parole della deputata Erica Mazzetti. Ma dopo la precisazione di Cenni, Bugetti parla di contraddizioni nel fronte avversario


Claudio Vannacci


A innescare la scintilla è stata la deputata pratese di Forza Italia Erica Mazzetti che, a margine dell’incontro del ministro Pichetto Fratin con le categorie economiche di venerdì scorso, ha ribadito quanto da lei sostenuto già da tempo: cioè l’essere favorevole ad un termovalorizzatore per bruciare la quota di rifiuti altrimenti destinati alla discarica, ricavandone in cambio energia.
Dal centrosinistra si è subito levata un’alzata di scudi contro l’ipotesi di mettere a Prato un termovalorizzatore, nei vari interventi definito inceneritore. “La grande idea della destra pratese nell’anno 2024 è un inceneritore – le parole tranchant del deputato del Pd Marco Furfaro -. Della serie dire cose a caso e dirle pure male”. “Ovviamente noi siamo contrari – ha rincarato la dose il segretario del Pd di Prato Marco Biagioni -. Anzi siamo estremamente preoccupati dalla leggerezza e dalla superficialità con cui il centrodestra affronta temi così complessi che hanno a che fare con la salute dei cittadini”.
E’ stata poi la volta dei partiti che sono in coalizione con il Pd. “Quello che è certo è che rimane il desolante panorama di una coalizione che si candida a guidare la città all’insegna del più gretto, ottuso e reazionario antiambientalismo” dice Marco Monzali, portavoce della lista Sinistra Unita con Bugetti, per poi aggiungere: “Questa dell’inceneritore comunale è l’ennesima perla in tema di ambiente della campagna elettorale del centrodestra cittadino”. Chiara Bartalini del Movimento 5 Stelle definisce “grottesca” la proposta di Mazzetti: “Gli inceneritori appartengono a un sistema ormai superato, sono dannosi e per questo la loro costruzione in Europa non trova più risorse e accoglimento. Inoltre non esistono inceneritori ad uso e consumo della singola città ma esiste semmai un piano regionale dei rifiuti che norma e regola nel suo complesso tutto il sistema dello smaltimento”.
A cercare di riportare ordine è poi Jonathan Targetti, della lista civica Targettopoli: “Destra e sinistra trattano gli elettori come se fossero ultras – dice -. Non serve un termovalorizzatore, ma una nuova strategia sociale, economica e culturale che coinvolga anche la cittadinanza basata sull’approccio rifiuti zero”.
Incassata la sfilza di accuse, è stato poi il candidato di centrodestra Gianni Cenni a sgombrare il campo da ogni ipotesi termovalorizzatore: “Nel mio programma elettorale non si parla di termovalorizzatore – afferma -. Lo dico in modo diretto, chiaro, semplice: si tratta di una ipotesi inesistente, insussistente, assente. Il Pd sa bene, o almeno dovrebbe sapere, che la competenza sugli impianti è della Regione e dovrebbe essere a conoscenza anche del fatto che Alia sta progettando nel livornese il gassificatore per l’ingresso di 250mila tonnellate di rifiuto non selezionabile. Serietà, per favore: non esiste l’ipotesi termovalorizzatore nel mio programma elettorale, non è mai esistita”.
Con la candidata del centrosinistra Ilaria Bugetti che subito punta il dito parlando di centrodestra diviso: “Assistiamo attoniti alle contraddizioni interne al centrodestra, esplose questa volta sul tema dell’inceneritore – dice -. Forza Italia propone modelli vecchi e pericolosi che minacciano la salute dei cittadini, mentre Cenni nega ma non propone alternative credibili. Non riescono neanche a parlarsi fra di loro, come possono governare Prato?”. E Biagioni che rincara la dose: “In meno di 24 ore il centrodestra pratese è riuscito a lanciare la proposta di costruire un inceneritore in città e a rimangiarsela subito dopo – dice -. E mi chiedo: da qui in avanti a quale programma dovremo credere, a quello dettato da Roma dall’onorevole Mazzetti o a quello di Gianni Cenni?”.
E intanto, a complicare ancora di più lo scenario, arriva il candidato di centrodestra a Montemurlo Lorenzo Marchi: “Dico convintamente sì al termovalorizzatore – le sue parole -. E se Prato non lo vuole per ottusità o perché qualcuno sparge fake news, sono disposto a valutarne la realizzazione sul territorio montemurlese”.

Edizioni locali: Prato

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia