Categorie
Edizioni locali

Nel centrodestra inizia il countdown per la scelta del candidato sindaco. Spada (Lega) apre all’ipotesi La Porta


Chiuso nel segno dell'unità il congresso di Fratelli d'Italia, c'è attesa per quello di Forza Italia che si terrà il 16 dicembre. Restano in ballo i nomi di Gianni Cenni e Rita Pieri mentre perde quota quello di Giorgio Silli


Redazione


Ora che Fratelli d'Italia ha trovato la quadra sulla sua guida provinciale, affidata unitariamente al capogruppo di Montemurlo Matteo Mazzanti, il traguardo della scelta del candidato sindaco del centrodestra si fa più vicino. Probabilmente entro le festività natalizie. Mazzanti farà il punto, prima all'interno del suo stesso partito attraverso il coordinamento provinciale appena eletto, e poi con gli alleati. In questo senso ci sarà da attendere che anche Forza Italia faccia il suo congresso. E' previsto il 16 dicembre ed è considerato un appuntamento “indolore” dato che tra gli Azzurri non risultano divisioni e contrapposizioni. “Per esperienza preferisco non dare indicazioni temporali, ma è nostro interesse fare veloce affinchè inizi la campagna elettorale ed emergano i macro temi su cui declineremo le nostre idee per la città”, chiosa Mazzanti.
Ai nomi già sul piatto da mesi, nelle ultime ore si è aggiunto quello dell'onorevole di Fratelli d'Italia, Chiara la Porta. Il suo essersi semplicemente dichiarata a disposizione del partito, l'ha lanciata subito tra i petali della rosa che la coalizione dovrà vagliare e staccare per arrivare alla decisione finale. Tra l'altro la deputata pratese incassa già il via libera del segretario provinciale della Lega, Daniele Spada, compiaciuto anche del congresso unitario del principale alleato: “E' un ottimo segnale di unità e di volontà di continuare un percorso iniziato quattro anni fa. – sottolinea insieme al segretario comunale Luis Micheli Clavier – I due candidati sindaci di Prato (lo stesso Spada) e Montemurlo (Mazzanti) nel 2019, sono oggi i segretari dei due principali partiti del centrodestra, a dimostrazione che quella volontà di cambiamento che iniziò a manifestarsi allora, e che trovò non poche resistenze all’interno del centrodestra, continua e si rafforza oggi. Con Matteo, saremo gli ultimi a voler ripetere gli errori che tanto ci hanno penalizzato nel recente passato – puntualizza Daniele Spada – Saremo subito al lavoro per definire i programmi e i candidati, nel solco di un cambiamento all'interno del quale registriamo come un dato positivo la disponibilità dell’onorevole Chiara la Porta a essere candidata per Prato. Certo, dovremo discuterne, ma il suo nome è un'autorevole, valida e fresca alternativa».
Più tiepida ma comunque senza preclusioni l'onorevole Erica Mazzetti, coordinatrice provinciale di Forza Italia: "Da parte nostra c'è apertura a 360°. L'importante è essere compatti e vincere. Ne parleremo tutti insieme. Noi faremo i nostri nomi, gli alleati ne faranno altri e poi troveremo la sintesi migliore".
Nel caso la scelta ricada su La Porta, la giovane esponente di Fratelli d'Italia dovrà dimettersi dalla Camera dei deputati dove è stata eletta al plurinominale poco più di un anno fa. Una dinamica che ricorda il "sacrificio" fatto da Matteo Biffoni nel 2014 quando lasciò il Parlamento per guidare la città ma da dentro la coalizione si fa notare che i due personaggi sono "difficilmente paragonabili" perché figli di "partiti diversi, con storie e logiche diverse".
Sul piatto ci sono anche il nome del collega di partito Gianni Cenni, della corrente opposta alla sua, e quello dell'assessore alla scuola ai tempi di Roberto Cenni sindaco, Rita Pieri di Forza Italia. Scendono le quotazioni di un eventuale civico e anche la possibilità che il sottosegretario agli Esteri, Giorgio Silli lasci Roma per Prato anche perché significherebbe rinunciare all'unico rappresentante pratese all'interno del governo ed evidenziare che sul territorio non ci sono nomi spendibili.

(e.b.)
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia