Categorie
Edizioni locali

La consigliera Garnier rompe gli indugi: “Mi candido a sindaco della città”


Mercoledì sera all'Art Hotel, l'ex membro della lista "Biffoni per Prato" presenta l'associazione culturale "Garnier per Prato" in vista delle amministrative 2019


Redazione


Con largo anticipo rispetto alla scadenza elettorale del 2019, la consigliera comunale indipendente, Marilena Garnier, lancia la sua candidatura a sindaco della città. Lo fa attraverso l’associazione culturale “Garnier per Prato” che mercoledì 24 maggio alle 21.15 all’Art Hotel, sarà presentata ufficialmente alla cittadinanza. L’obiettivo è mettere in piedi una lista civica “non direttamente collegata ai partiti – si legge nel comunicato – aperta alla partecipazione e al contributo di chi si riconosca nei principi fondamentali del confronto democratico e con la concreta volontà di dare una nuova guida alla città”. E’ presto per pensare ad appoggi ed alleanze partitiche, anche perchè Garnier punta ad aggregare scontenti di destra, di sinistra e del Movimento 5 Stelle, ma è chiaro sin da ora che la lista è in netta contrapposizione al sindaco Biffoni e al Pd. D’altronde, nel 2014, ad appena 9 mesi dalla sua elezione, Garnier lasciò la maggioranza in aperto dissenso con le scelte compiute dal primo cittadino sull’ aeroporto e sul prelievo dal Fondo di riserva per il Teatro Metastasio e per il Centro di Scienze Naturali. “Siamo trasversali, – afferma Garnier – vogliamo raggruppare tutte quelle persone che non si riconoscono più nella politica attuale, destra o siistra non ha importanza. Ciò che conta è il bene della città. La porta è aperta per tutti, italiani e stranieri. L’importante è avere onestà, trasparenza e voglia di partecipare senza interessi di parte da proseguire”. 
Da molti considerata la candidata ideale del Movimento 5 Stelle per il suo piglio critico e il suo rigore, Marilena Garnier spiega perchè ha preferito una lista civica: “Intanto va detto che qui a Prato Grillo non ha avuto la stesa risposta che ha altrove e poi ho la sensazione che a volte dentro il Movimento ci sia un atteggiamento dittatoriale. Noi invece, pensiamo a una lista inclusiva che condivida e discuta di idee, dove ciascuno si senta protagonista. Un nostro punto di forza è la partecipazione, principio sancito dalla Costituzione, perchè le decisioni non devono essere calate dall’alto”. 52 anni, dipendente dell’agenzia delle entrate, madre di due figli, Garnier gioca decisamente di anticipo: “Questa associazione è l’inizio di ciò che tanti cittadini mi hanno chiesto per il bene della città da tanto tempo – afferma Garnier – non era più possibile rimandare o gestire diversamente tali sollecitazioni”.
L’associazione ha una ventina di soci fondatori. Stamani, 22 maggio, alla presentazione per la stampa erano presenti il vicepresidente Roberto Tempestini (commercialista), l’architetto Francesco Risaliti che in questi anni ha collaborato con la lista Prato con Cenni, Gianluca Tempestini, commerciante, Sandro Longo che lavora nella distribuzione di grandi marchi di caffè, Franca Lanci, parrucchiera, Claudia Durso, esperta di disagio minorile, già presente nella lista Prato libera e sicura. Top secret l’ingresso nell’associazione da parte di altri consiglieri comunali d’opposizione. In due anni c’è tutto il tempo di pensarci e valutare eventuali adesioni. “Sono rappresentate tutte le categorie della città – afferma Garnier – non chiudiamo la porta a nessuno. Ben vengano idee, progetti e anche critiche. L’obiettivo deve essere unico, il bene di Prato”. Le linee guida dell’associazione e quindi della lista civica saranno presentate mercoledì sera ma intanto possiamo anticipare che avranno priorità sociale, ambiente e scuola. Sul fronte culturale Garnier critica le scelte della Giunta Biffoni: “Puntare tutto sul Pecci e sull’arte contemporanea non funziona. Noi preferiamo valorizzare la storicità di questa città”. Quanto al prossimo e contestatissimo concerto di Bello Figo in piazza delle Carceri: “Penso che gli sia stato dato troppo peso e pubblicità. Il concerto è inopportuno per la sua volgarità soprattutto nei confronti delle donne, ma i problemi della città sono altri”.
E.B.
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia