Categorie
Edizioni locali

Integrazione, un laboratorio linguistico e un coordinamento con le associazioni sono le proposte del centrodestra


L’esempio concreto arriva dall’esperienza di Claudiu Stanasel, vicepresidente del Consiglio comunale di origine romena con cittadinanza italiana dallo scorso anno


Alessandra Agrati
loading...


Gianni Cenni, candidato sindaco di Prato del centrodestra, insieme a due esponenti della Lega – il segretario provinciale, Daniele Spada, e il vicepresidente del Consiglio comunale, Claudiu Stanasel – ha presentato le proposte contenute nel programma elettorale sul tema dell’integrazione che deve essere regolata da una coniugazione imprescindibile: diritti e doveri. Le proposte: un coordinamento rappresentativo di tutte le comunità straniere presenti a Prato e nessuna esclusa, e un laboratorio di mediazione linguistica.

L’esempio di come il centrodestra intende l’integrazione arriva dall’esperienza di Stanasel, romeno con cittadinanza italiana dallo scorso anno : “Cinque anni fa, ad appena 23 anni – spiega Stanasel – mi è stata data la possibilità di ricoprire il ruolo più importante per l’opposizione, cioè il vicepresidente del Consiglio comunale. Penso che sia la dimostrazione più tangibile di cosa il centrodestra intenda quando parla di integrazione”.

Le due proposte nel dettaglio: la prima, un coordinamento strutturato e permanente che metta insieme i referenti di tutte le comunità straniere che abitano a Prato e che costituisca un filo diretto con l’amministrazione comunale, un ponte che, attraverso lo scambio e il dialogo, deve unire e integrare davvero; la seconda, invece, conta sulla collaborazione del Governo centrale: la creazione di un laboratorio per le comunità straniere nel quale, attraverso la mediazione linguistica, concentrare la condivisione, spiegazione, illustrazione delle regole che, una volta veicolate, devono essere rispettate. “Nulla di nuovo, dirà qualcuno. Il nuovo, secondo noi – il commento di Gianni Cenni – sta nel fatto che occorre evidentemente cambiare metodo per ottenere risultati più efficaci rispetto a quelli arrivati fino ad ora”.

Integrazione come insieme, come comunità, come territorio e come terreno su cui coniugare diritti e doveri che devono stare sullo stesso piano.

Daniele Spada ha parlato di Prato come “modello di integrazione per tutta Italia” e ha parlato della scuola come presidio facendo riferimento al ministro dell’Istruzione Valditara: “Tenere in classe uno studente che ascolta per ore un insegnante senza capire una sola parola – ha detto – non è integrazione ma esclusione”.

Edizioni locali: Prato

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia