Categorie
Edizioni locali

Bilancio di fine mandato di Biffoni, il centrodestra si rivolgerà alla Corte dei Conti: “Propaganda politica a spese della collettivitá”


Tutti i consiglieri comunali d'opposizione denunciano "l'abuso di risorse pubbliche e la manipolazione della comunicazione istituzionale" nell'ottemperare a un obbligo di legge


Eleonora Barbieri


I gruppi consiliari del centrocestra (Lega, Fratelli d’Italia, Noi Moderati-Silli, consigliere indipendente Soldi) del Comune di Prato hanno annunciato oggi l’intenzione di intraprendere un’azione formale alla Corte dei Conti e alla Prefettura di Prato sulla serata “Prato è avanti” in programma per stasera al teatro Metastasio dedicata al bilancio di fine mandato del sindaco Biffoni. Restituzione che è un obbligo di legge. “Questa mossa – si legge in un comunicato diffuso dai gruppi – mira a mettere in evidenza le spese ingiustificate sostenute dall’amministrazione del sindaco Matteo Biffoni del Partito Democratico, insieme alla distorsione della comunicazione sul sito istituzionale del Comune, dove si è tentato di mascherare una propaganda politica personale come comunicazione istituzionale. Nonostante le apparenze di legittimità, fondate sul decreto legislativo 149 del 2011, art.4, l’iniziativa avviata dal sindaco Biffoni si è rivelata una campagna elettorale anticipata, realizzata a spese dei cittadini per un totale di circa 50mila euro. Il materiale promozionale, che include brochure, comunicazioni social e video, è stato affidato alla società Momentum s.a.s. di Stefano Origlia, già noto per il suo lavoro nelle campagne elettorali precedenti del sindaco. Un elemento particolarmente contestato è la motivazione addotta dall’amministrazione comunale secondo cui i cittadini non sarebbero in grado di comprendere i documenti ufficiali, giustificando così la creazione di un “documento più comprensibile”. Questa presunzione ha portato alla produzione di un materiale che, anziché semplificare la comprensione dei documenti ufficiali (ancora oggi non pubblicati), ne distorce il contenuto per fini politici”.

Il centrodestra mette nel conto anche l’affitto del teatro, pari a 2.500 euro, oltre alle spese di stampa e distribuzione del materiale cartaceo, “di cui ancora – prosegue l’opposizione di centrodestra – non troviamo traccia negli atti pubblici”.

Secondo il centrodestra si è trattato di “un’azione per lanciare la campagna per un terzo mandato del sindaco Biffoni, a carico dei cittadini pratesi, poi sfumata”. L’attacco poi passa alla candidata sindaca Pd del dopo Biffoni, Ilaria Bugetti: “A lei che ha già confermato Simone Faggi come suo vice sindaco in caso di vittoria, poniamo domande impellenti su come percepisca e intenda gestire questa eredità politica controversa. La sfidiamo a prendere posizione: intende dissociarsi da queste pratiche o ignorerà le implicazioni che ciò comporta?”

Edizioni locali: Prato

CONSIGLIATI

logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia