Categorie
Edizioni locali

Meccanotessile pratese in salute: export a quota 90 milioni di euro nel 2016


Il punto della situazione del settore è stato fatto oggi durante la riunione del Consiglio generale di Acimit, l’Associazione dei costruttori italiani di macchine tessili


Redazione


La sede di Confindustria Toscana Nord ha ospitato oggi 6 febbraio il Consiglio generale Acimit (l’Associazione dei costruttori italiani di macchine tessili) allargato. “Abbiamo potuto conoscere meglio la realtà locale – dice spiega Alessandro Zucchi, presidente di Acimit – e raccogliere importanti indicazioni che ci serviranno per affinare gli strumenti da offrire alle associate”.
Durante la riunione sono stati presentati i preconsuntivi dell’industria meccanotessile italiana per il 2017. I dati indicano un ulteriore incremento di produzione ed esportazioni. La produzione supererà presumibilmente i 2.900 milioni di euro, con un incremento dell’8% sull’anno precedente, mentre l’export crescerà del 6% per raggiungere i 2.450 milioni di euro. E’ dal mercato italiano, però, che arrivano le notizie più confortanti. Grazie al diffuso ricorso alle agevolazioni fiscali messe in campo dal governo, il settore tessile italiano ha investito significativamente in macchinari 4.0. Le consegne interne dei costruttori italiani sono così cresciute nel 2017 del 19% rispetto all’anno precedente.
La riunione è stata anche l’occasione per fare il punto sul settore meccanotessile a Prato. A illustrare le caratteristiche del meccanotessile pratese è stato il vicepresidente pratese di Acimit Andrea Piattelli, che ha fornito in anteprima i dati del settore emersi dalla rilevazione congiunturale sul 4° trimestre 2017 effettuata dal Centro Studi di Confindustria Toscana Nord: "L’andamento congiunturale dà per il meccanotessile pratese segnali di buona salute – dice -: il 4° trimestre 2017 ha registrato un soddisfacente +2,7% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, continuando la serie positiva che va avanti, in termini più o meno marcati, ormai da anni”.
Le imprese meccanotessili della Provincia di Prato sono 69, con un fatturato 2016 di 150 milioni di euro (i dati comprendono sia i produttori di macchine in senso stretto che le officine di assistenza e riparazione). Il meccanotessile pratese presenta una spiccata vocazione all’export, stimabile intorno al 70% della produzione di macchine. Nel 2016 (ultimo anno completo disponibile) le esportazioni meccanotessili della provincia di Prato ammontavano a circa 90 milioni di euro; Cina, India, Turchia, Portogallo e Stati Uniti i principali mercati. Il 50% delle esportazioni è costituito da macchine per il finissaggio, oltre il 20% di macchine per filatura e torcitura, più il 10% di macchine ausiliarie per filatura e tessitura. La produzione industriale del meccanotessile pratese negli ultimi due anni ha registrato un andamento positivo: +5,8% il 2016 rispetto all’anno precedente, e +4,8% il 2017 rispetto al 2016 (dati Centro Studi Confindustria Toscana Nord, provvisori per il 2017).
 
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia