Categorie
Edizioni locali

Export a picco nel primo trimestre. Marini (Uip): “Situazione preoccupante, bisogna fare fronte comune”


Redazione


Export a picco per il distretto pratese. Il calo nel primo trimestre 2009, rispetto all’analogo periodo del 2008, è pari al  -24,9%, in pratica un quarto in meno. E’ quanto emerge dalle elaborazioni svolte dall’Area studi dell’Unione Industriale Pratese su dati Istat. Particolarmente negativo il dato dei tessuti, che arrivano a -28%. In controtendenza, e non è una novità, la confezione con +10,9% (ma la maglieria è a -10,8%) e il mobilio, che include i materassi, con +7,3%: questi ultimi dati sono riferiti alla sola Provincia di Prato, a differenza di quelli sul tessile che comprendono anche i comuni del distretto esterni ai confini amministrativi provinciali. Anche le importazioni tessili sono pesantemente negative, segnando a livello di distretto un -16,4% cui contribuisce in maniera determinante il -29,1% dei filati. Le altre aree tessili italiane hanno andamenti generalmente perfino peggiori di quelli di Prato: -27% distretto di Biella, -30% Como, addirittura -35,9% Milano. Le quattro province menzionate coprono da sole quasi la metà delle esportazioni tessili italiane: non sorprende quindi che il totale nazionale sia a quota -27,8%.“La situazione è estremamente preoccupante, e questi dati ne sono l’ennesima conferma – commenta Riccardo Marini, Presidente dell’Unione Industriale Pratese – . Il contesto nazionale e internazionale non ci aiuta: i mercati sono fermi e stenta a riaffermarsi quel clima di fiducia che è il presupposto della ripresa di consumi come quelli del settore moda. E’ fondamentale che almeno a livello locale venga fatto tutto il possibile per contenere i danni, facendo quadrato intorno alle imprese. Le amministrazioni locali possono svolgere un ruolo importante: per questo è da augurarsi che dalle urne dei ballottaggi escano maggioranze nette e che comunque la minoranza sia disponibile a collaborare nel massimo spirito costruttivo, senza sterili rivendicazioni. Le ultime cose di cui abbiamo bisogno sono le contrapposizioni e l’indifferenza: per questo dico sia ai colleghi imprenditori sia anche, da comune cittadino, ai pratesi e montemurlesi, che è importante andare a votare. Un autunno difficilissimo attende le imprese di Prato: una prova per le imprese stesse ma anche per i futuri amministratori, dai quali ci aspettiamo niente di meno del massimo impegno.”
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia