Categorie
Edizioni locali

Economia, stabile il numero di imprese sul territorio: meno tessile, più servizi in tutta la provincia


Secondo i dati diffusi dalla Camera di Commercio di Prato e Pistoia, rispetto al 30 settembre 2022, si registrano 29.195 imprese attive. La tenuta del tessuto imprenditoriale è riconducibile esclusivamente allo sviluppo delle società di capitale, mentre diminuiscono le società di persone


Redazione


Al 30 settembre 2023 nella provincia di Prato si contano 29.195 imprese attive, numero invariato rispetto allo stesso periodo di un anno prima, si registrano comunque, secondo i dati diffusi dall'ufficio studio della Camera di Commercio di Prato e Pistoia, piccole oscillazioni nei vari settori.
Gli unici comparti in crescita sono quelli della pelletteria (+8,4%) e delle confezioni di articoli di abbigliamento (+0,6%). Non accennano invece ad arrestarsi le difficoltà del settore tessile (-3,1%), in particolare tra i produttori di tessuti e tessiture (-4,9%) e le attività di finissaggio (-3,1%), in generale il manifatturiero cala dello 0,7%.
Si riducono anche le imprese attive nell’industria alimentare e delle bevande, in quella del legno e del mobile (-1,7%), della carta, cartotecnica e stampa (-2,5%) e nell’industria chimico-farmaceutica, della plastica e della gomma (-5,3%). Relativamente più stabile, invece, il saldo delle imprese attive nel settore della meccanica-elettronica.
Calo anche per le imprese attive nel commercio con un andamento negativo tra i grossisti (-1,1%) e nel commercio di veicoli e servizi di riparazione (-2,0%). Una modesta ripresa per il commercio al dettaglio, crescono in modo sostenuto, per il secondo trimestre consecutivo, i servizi turistici di alloggio e di ristorazione (+2,6%), in particolare le strutture ricettive.
Nel settore dei servizi (+0,5%) prosegue la crescita, in particolare nei servizi informatici e delle comunicazioni (+3,6%), nei servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone (+0,7%) e nei servizi alle persone (+0,7%). Negativo il comparto dei trasporti, logistica e magazzinaggio (-2,7%).
La tenuta del tessuto imprenditoriale è riconducibile esclusivamente allo sviluppo delle società di capitale, mentre diminuiscono le società di persone e le altre forme.
“L’andamento complessivo della numerosità delle imprese è ancora al di sotto delle aspettative. – commenta Dalila Mazzi, presidente della Camera di commercio di Pistoia-Prato – Il fatto che il saldo tra iscrizioni e cessazioni sia positivo escludendo le cancellazioni d'ufficio, è un segnale che, nonostante le sfide, nel nostro territorio vi è un terreno fertile per la crescita economica, anche se occorrerà monitorare attentamente l'evoluzione della situazione.”
Nella province di Pistoia e Prato, le imprese attive sono 56.333 in crescita rispetto a giugno 2023, sebbene rimanga leggermente negativa con una variazione del -0,5%.
Nonostante l’andamento negativo, il risultato è migliore rispetto alla media della Toscana (-1,0%) e di quella nazionale (-0,7%). Il saldo tra iscrizioni e cessazioni di imprese nel trimestre mostra un lieve dinamismo (+95), dato dalla differenza tra le 465 iscrizioni e le 370 cessazioni. Le nuove iscritte si registrano soprattutto nel manifatturiero, seguito dai servizi e dal commercio.


logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia