Categorie
Edizioni locali

Dalla normativa europea alla realizzazione di impianti, le richieste delle associazioni di categoria al ministro Pichetto Fratin


Le richieste di Ctn , Confartigianato e Cna in occasione dell'incontro organizzato dall'onorevole di Fi Erica Mazzetti. Bugetti critica: "Solo promesse"


Alessandra Agrati


Un impegno a 360 gradi per il distretto produttivo: dalla normativa europea fino agli impianti, è quello che Ctn, Confartigianato e Cna hanno chiesto al ministro per l’ambiente Gilberto Pichetto Fratin oggi in visita a Prato su invito di Erica Mazzetti (Fi) membro VIII Commissione ambiente.
Tre i temi toccanti, quello della responsabilità estesa del produttore che incoraggia le aziende a realizzare prodotti più riciclabili e a seguire processi di fabbricazione più sostenibili , dei costi energetici e del Reach cioè la componente chimica del prodotto tessile riciclato per il quale le associazioni chiedono maggiore tolleranza. “Prato ha – sottolineato Mazzetti – ha bisogno di essere tutelata a tutti i livelli: a Roma, nel Parlamento europeo, in Regione e al Comune, con una normativa che tenga conto della realtà. Ovviamente il distretto ha bisogno anche di impianti e di infrastrutture. Bisogna fare un salto di qualità sugli impianti, tema di competenza regionale e punto sul quale siamo molto indietro, e sono convinta che vada concretizzato quanto prima un termovalorizzatore di nuova generazione per trattare la frazione residua dei rifiuti così da avere altra energia e da ridurre le emissioni”.
Il ministro, che ha accolto tutte le istanze ribadendo la propria disponibilità ad approfondire i temi, ha sottolineato il ruolo dei costi energetici per mantenere la competitività del sistema manifatturiero. Da qui l’impegno a spingere sulle energie rinnovabili, ma anche a investire sulla ricerca per il nucleare di ultima generazione con nuovi impianti tecnologicamente avanzati. Per Pichetto Fratin la Toscana deve avere un termo valorizzatore “Si deve sdoganare la paura che si avverte verso questo impianto”. Sull’Epr ha esortato i componenti a monte e a valle della filiera a fare “un ulteriore passo in avanti per trovare l’accordo, per evitare di dover intervenire nel ruolo di mediatore. La politica deve sostenere lo sviluppo, non forzarlo ascoltando anche la parte produttiva che a Prato è molto avanti”.
A rappresentare il distretto nell’auditorium della sede di Ctn pratese Francesco Marini di Confindustria Toscana Nord, Claudio Bettazzi di Cna Toscana Centro, Moreno Vignolini di Confartigianato Moda, che ha ribadito come “Il distretto pratese sia piccolo, è una realtà unica per la qualità e le competenza, che anche per questo deve essere rappresentato in sede europea”. All’incontro hanno partecipato anche i candidati sindaco del Centrodestra rispettivamente a Prato e a Montemurlo Gianni Cenni e Lorenzo Marchi.

Sulla visita del Ministro al distretto è intervenuta anche la candidata sindaco del centrosinistra Ilaria Bugetti: “Siamo stanchi delle promesse.  Da anni non sentiamo altro. Anche oggi le categorie economiche hanno ribadito la necessità di questo decreto per rafforzare l’anima green del nostro distretto e renderlo sempre più ecosostenibile e all’avanguardia a livello europeo partendo da oltre 200 anni di esperienza in fatto di riciclo di tessuti. Il ministro afferma che la politica deve sostenere lo sviluppo. Allora lo faccia”.

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia