Categorie
Edizioni locali

Giornata della Memoria, un Consiglio comunale straordinario di tutti i Comuni dell’area per non dimenticare


L'iniziativa si svolgerà in modalità online per ricordare la tragedia dei campi di sterminio nazisti. Tante le iniziative rivolte alle scuole che si svolgeranno in tutta la provincia


Redazione


Domani mercoledì 27 gennaio ricorrerà la 21esima Giornata della Memoria, istituita per ricordare l'apertura dei cancelli di Auschwitz da parte delle Forze Alletate il 27 gennaio 1945. In quella data il mondo scoprì l'orrore della deportazione, della Shoah, dello sterminio di milioni di persone per motivi religiosi, politici e razziali.
Per non dimenticare, anche nel contesto dell'emergenza sanitaria,  i Comuni di Prato e Montemurlo promuovono un Consiglio comunale straordinario online sul tema della Giornata della Memoria insieme agli altri Comuni della Provincia, alla Fondazione Centro di Documentazione Storico-Etnografica e alla Fondazione Museo e Centro di Documentazione della Deportazione e della Resistenza di Figline in rappresentanza degli enti e delle associazioni aderenti Anpi, Aned e Comunità ebraica. Parteciperanno il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani e la consigliera regionale Ilaria Bugetti. La seduta, alle 17.30 in prima convocazione e alle 18.30 in seconda, sarà trasmessa in diretta streaming sul sito web, sul canale youtube e sulla pagina Facebook del Comune di Prato e dei Comuni coinvolti. L’indirizzo  è https://www.youtube.com/user/retecivicaprato.  Lo stesso video sarà anche visibile all’interno della pagina del Consiglio Comunale di Prato all’indirizzo https://governo.comune.prato.it/it/consiglio/streaming-video-delle-sedute-del-consiglio-comunale/pagina58.html
"Anche in un momento come questo è giusto non dimenticare quel che è avvenuto e i milioni di persone che hanno perso la vita nella tragedia dei campi di concentramento – affermano i presidenti dei Consigli comunali di Prato e Montemurlo Gabriele Alberti e Federica Palanghi  – E' nostro dovere raccontare ai più giovani che questo è stato, in modo che non accada mai più. Abbiamo deciso di coinvolgere tutti i Comuni dell'area nella commemorazione perchè tutto il nostro territorio è stato gravemente colpito dalle deportazioni, soprattutto dopo lo sciopero generale del marzo 1944, che provocò la cattura di tantissimi operai pratesi e dei Comuni limitrofi". Per questo da qui a marzo, con il coinvolgimento dell'assessore alla Pubblica Istruzione e al valore della memoria Ilaria Santi, è in costruzione un programma di iniziative con le scuole medie.
PRATO – Il Consiglio comunale straordinario dei Comuni della Provincia non sarà l'unica manifestazione per la Giornata della Memoria: le celebrazioni inizieranno già alle 10  con la deposizione di una corona di alloro alla stele dedicata ai deportati in Piazza S.Maria delle Carceri da parte del sindaco Matteo Biffoni, del prefetto Adriana Cogode e di un rappresentante dell'Associazione Nazionale Ex Deportati. Parteciperanno le autorità civili e militari, l'Anpi, le associazioni combattentistiche d'arma e la comunità ebraica. La cerimonia avrà luogo in osservanza dei protocolli di sicurezza sanitaria, senza interventi ufficiali.
Alle 11 nella Sala Conferenze della Prefettura il sindaco Matteo Biffoni parteciperà alla consegna delle medaglie d'onore concesse ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati ai lavori forzati, alla presenza dei loro familiari.
La Prefettura di Prato ha organizzato una video conferenza con tutti gli studenti pratesi per rendere omaggio alle vittime della Shoah .Gli studenti del Liceo Musicale Cicognini Rodari e quelli delle classi III A e III B dell’istituto comprensivo Pertini di Vernio si esibiranno in performance musicali; uno studente del Convitto Nazionale Cicognini di leggerà un brano tratto dal “Diario di Anna Frank” e il presidente della Consulta racconterà la sua esperienza legata al “treno della memoria”. Interverranno, inoltre, il Prefetto, Adriana Cogode, il presidente della Provincia, Francesco Puggelli, il sindaco Matteo Biiffoni e il Direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale,Susanna Pizzuti. Al termine della celebrazione verranno consegnate le medaglie d’onore a Salvatore Marinelli e Bruno Corsi deportati nei lager nazisti.
Scuola media Tintori. Verrà inaugurata la terza mattonella dell’inciampo che è stata dedicata a Lia Sara Millul, ragazza pisana, che ha abitato a Prato ed è stata arrestata al Convento del Carmine a Firenze per essere poi deportata a Auschwitz. Tutti gli studenti a turno si sono soffermeranno davanti alla mattonella, mentre i rappresentati del parlamentino degli studenti leggeranno poesie, considerazioni, frasi tratte da Wiesel e Segre. 
MONTEMURLO – Anche in tempo di pandemia il Comune di Montemurlo non rinuncia alla celebrazione del Giorno della Memoria. Quest'anno le iniziative, promosse dalla presidente del consiglio comunale di Montemurlo, Federica Palanghi e dall'assessore alle politiche della memoria, Valentina Vespi, hanno previsto una serie di incontri e testimonianze che, a causa della pandemia in corso, si svolgeranno a distanza.
Ancora una volta gli incontri dedicati alla conoscenza e alla consapevolezza della persecuzione e dello sterminio sono rivolti principalmente agli studenti delle scuole del territorio. È partito a dicembre il ciclo d'incontri i formativi online con le classi terze della scuola media “Salvemini – La Pira” di Montemurlo, realizzato dal Comune in collaborazione con il Museo e Centro di documentazione della Deportazione e Resistenza di Prato. Giovedì 28 gennaio la rassegna prosegue con l'incontro, seppur a distanza, con le sorelle Andra e Tatiana Bucci, testimoni della Shoa e le più piccole deportate nei campi di sterminio ancora viventi. Il prossimo 4 febbraio in classe arriveranno Alessandra Martini e Mario De Simone, che racconteranno rispettivamente la storia di Marcello Martini, cittadino onorario di Montemurlo scomparso nel 2019 e il più giovane deportato politico nei campi di sterminio (appena 14 anni) e Sergio De Simone, il cuginetto delle sorelle Bucci, deportato e condotto ad Auschwitz. De Simone in particolare fu l’unico italiano tra i venti bambini di varia nazionalità selezionati come cavie umane per esperimenti medici compiuti dal dottor Kurt Heissmeyer. 
POGGIO A CAIANO – Una celebrazione differente per il giorno della memoria del 2021, ma pur sempre un momento di riflessione e di approfondimento che a Poggio a Caiano come sempre viene organizzato coinvolgendo i ragazzi delle scuole. Il 27 gennaio sarà celebrato nel comune mediceo con un doppio appuntamento. Il primo – fissato per le 8.45 – consiste nella deposizione della corona di fiori in memoria delle vittime, da parte del sindaco Francesco Puggelli, al monumento di piazza delle Riconciliazione – Roberto Castellani.
Il secondo si terrà alle 9.15 in modalità telematica e coinvolgerà – alla presenza del sindaco e dell’assessore alla Pubblica Istruzione Fabiola Ganucci – tutte le classi quinte degli istituti primari poggesi (Lorenzo il Magnifico, Sacro Cuore e De Amicis) e le classi terze della scuole secondarie Filippo Mazzei. In particolare durante l’appuntamento “a distanza” con i ragazzi, saranno premiati gli studenti che hanno partecipato al contest organizzato dal Comune per il Giorno della Memoria. Come ogni anno le classi quinte hanno realizzato dei disegni e le terze medie dei temi. “Riflettiamo insieme sul significato della memoria e della storia, anche a distanza – dichiara il sindaco Francesco Puggelli – nonostante il periodo abbiamo ricevuto pensieri e disegni che dimostrano una grande sensibilità verso un tema così delicato ed importante per lo sviluppo della nostra comunità. Osservare la storia attraverso gli occhi dei nostri ragazzi, ci arricchisce ogni anno di più”.
CARMIGNANO – L'assessorato alla Cultura del Comune di Carmignano ha organizzato il concerto "Per non dimenticare" che, stante l'emergenza sanitaria e nel rispetto delle misure cautelative dei dpcm governativi, verrà registrato nei saloni della Villa Medicea di Artimino e reso fruibile a tutti sul sito www.ilgiornaledicarmignano.it e sui canali social istituzionali alle 21.30 di mercoledì 27 gennaio. A suonare saranno Orchestra e Coro Colline Medicee della scuola di musica "L'Ottava Nota". Musiche di Albinoni, Vivaldi, G.F. Handel, G. Caccini, J. Massenet, G. Fauré, Y. Hadar, brani Klezmer e Yiddish. Direttore d'orchestra: Massimo Annibali. Maestro del coro: Nicola Innocenti.
Edizioni locali: Comuni Medicei | Montemurlo | Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia