Categorie
Edizioni locali

Cronista “pratese” svela i segreti della Firenze dark: in libreria il secondo romanzo di Gigi Paoli


Dopo il successo de "Il rumore della pioggia", esce "Il respiro delle anime" con protagonista sempre il giornalista Carlo Alberto Marchi, alter ego dell'autore che non esclude una prossima inchiesta ambientata proprio a Prato


Redazione


Non è sicuramente una Firenze da cartolina, ad uso e consumo dei turisti, quella che emerge dalle pagine dei libri di Gigi Paoli, giornalista pratese, attuale caposervizio della redazione di Empoli de La Nazione e per tre lustri titolare della cronaca giudiziaria nella sede centrale del quotidiano fiorentino. 
La Firenze dove si muove il suo alter ego Carlo Alberto Marchi è lontana dai clichè consueti e ci regala invece una città "dark", infida e misteriosa, qualcuno dice addirittura gotica, che ha più a che fare con le congiure e le lotte tra famiglie del Medioevo che con i capolavori architettonici del Rinascimento. Era così ne "Il rumore della pioggia", il giallo che ha dato il via alla serie e che ha raggiunto la Top 20 della narrativa italiana. E' così ne "Il respiro delle anime", l'atteso seguito, da poco uscito sempre per l'editore Giunti, che è intenzionato a creare una serie incentrata intorno al personaggio creato da Paoli: un giornalista molto "normale", che si muove tra le incombenze del lavoro, le gelosie tra colleghi e il ruolo inconsueto di padre single alle prese con una figlia adolescente. Un eroe sicuramente anomalo nel panorama del noir italiano.
"Sono nato a Firenze, ma sono cresciuto a Prato dove abito tuttora – dice Paoli – e forse questo mi consente di osservare la città con un occhio più distaccato e critico. Firenze è indubbiamente bellissima, ma non c'è solo la prima apparenza. Firenze è anche la città delle ombre, dei doppifondi, degli specchi.  E Carlo Alberto Marchi si trova ad osservare proprio questo. Dico osservare e non indagare perché quello che facciamo noi giornalisti, in fondo, è proprio questo: osservare e raccontare alla gente". 
E se nel primo libro la storia si svolgeva in una Firenze dominata dalla pioggia e dal cielo plumbeo, in questo secondo romanzo il clima è quello opprimente dell'estate fiorentina, con l'afa che toglie il respiro e rende difficile anche solo muoversi. Carlo Alberto Marchi si trova alle prese con un incidente stradale provocato da un pirata della strada. Un fatto di cronaca apparentemente banale ma che, in realtà, apre scenari impensabili che portano il giornalista a scavare nelle profondità di una città misteriosa e torbida.
Adesso Gigi Paoli sta già lavorando a nuove storie incentrate intorno a Carlo Alberto Marchi, e chissà che una di queste non possa portare il giornalista a "osservare" anche nella nostra città. "In realtà Marchi – dice Paoli – a Prato ci torna a dormire tutte le sere. E guardandoci intorno non mancano gli spunti interessanti offerti dalla realtà pratese. Penso solo a tutte le questioni legate all'immigrazione. Tra Prato e Firenze, poi, è solo questione di pochi chilometri…".
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia