Categorie
Edizioni locali

Centro Pecci, lavori anche al “vecchio” edificio in vista dell’inaugurazione dell’ampliamento


Il nuovo Pecci sarà inaugurato a settembre. Nel frattempo anche l'edificio Gamberini e lo spazio esterno saranno risistemati. L'investimento è di 3,5 milioni di euro, di cui 2 messi dalla Regione.


Redazione


In vista dell'inaugurazione dell''ampliamento del museo Pecci, prevista per il settembre prossimo, si rifà il look anche la parte "vecchia" del Centro per l'arte contemporanea. Stamani l'assessore Barberis ha presentato l'intervento di riqualificazione dell'edificio esistente e degli spazi esterni che ammonta a 3,5 milioni di euro. L'operazione è divisa in due lotti: il primo prevede il restauro dello stabile Gamberini grazie ai 2 milioni di euro finanziati dalla Regione Toscana, il secondo riguarda la sistemazione definitiva dell'area esterna al Centro Pecci per un totale di 1,5 milioni di euro a carico delle casse comunali. I lavori per la parte esterna inizieranno a breve e dovrebbero terminare a maggio 2015. Gli spazi saranno così rivoluzionati: la vecchia biblioteca sarà spostata dal piano terra al piano seminterrato dell'ampliamento, dove erano originalmente previsti gli uffici amministrativi che saranno sistemati al piano della corte fra il vecchio e il nuovo stabile, con l'eccezione di quelli del direttore e del presidente che saranno al piano terra. Questo consentirà al Comune di rientrare in possesso dei locali degli attuali uffici e biblioteca che potranno essere impiegati per altre attività del Centro e comunque essere messi a reddito. La saletta conferenze verrà ampliata, con un aumento della capienza che passerà da 99 a 170 persone e con aperture all'esterno che garantiranno anche l'utilizzo indipendente della sala. Infine, il primo piano, a oggi zona di accesso dagli uffici, che verrà convertito e trasformato per accogliere in pianta stabile una web tv.
"Queste opere – afferma l'assessore all'Urbanistica Valerio Barberis – vanno a rafforzare ulteriormente il ruolo del Pecci come centro per l'arte contemporanea regionale. Il fatto che la Regione abbia deciso di destinare totalmente al Pecci i fondi europei di un progetto sull'arte contemporanea dimostra il forte interesse nei confronti di questa struttura, su cui anche l'Amministrazione continua ad investire con una serie di interventi, sia per quanto riguarda l'esterno che la riqualificazione dell'edificio Gamberini, pensati per la collocazione e relazione dell'edificio nel contesto urbano cittadino".
Gli spazi esterni avranno come elemento trainante una piazza, realizzata sul lato di viale della Repubblica a cui sarà collegata pedonalmente. Sarà eliminato il tratto di via Fonti di Mezzana che va dal Centro agli uffici amministrativi del museo, "inglobato" nel prato che sorgerà intorno al polo espositivo e dove potrebbero essere ricollocate le opere d'arte del museo o nuove installazioni. Sarà sistemato anche il parcheggio pubblico lato declassata nelle vicinanze dell'Art Hotel ed è previsto anche il posizionamento delle nuove fermate della linea di autobus Firenze-Prato-Pistoia.
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia