Categorie
Edizioni locali

Al Fabbricone è di scena Black Star, trattato sulla violenza sociale


Dal 7 al 10 dicembre un’analisi spietata della nostra società che s’illude di aver rimosso da sé ogni forma di ferocia, ma che ne ha solo occultato i meccanismi. Scritto da Fabrizio Sinisi e diretto da Fabrizio Arcuri


Redazione


Scritto da Fabrizio Sinisi e diretto da Fabrizio Arcuri da giovedì 7 a domenica 10 dicembre al Teatro Fabbricone arriva Black Star, un ambiguo trattato sulla violenza, e in particolare sulla violenza sociale legata alla presenza dello straniero. Un’analisi spietata della nostra società che s’illude di aver rimosso da sé ogni forma di ferocia, ma che ne ha solo occultato i meccanismi (feriali 20.45, sabato 19.30, domenica 16.30). Coprodotto dal Teatro Metastasio di Prato insieme a Css Teatro Stabile di Innovazione del Fvg, e Tpe Teatro Piemonte Europa, Black Star “è un saggio sulla violenza in quattro atti: quattro diversi “modi della violenza”, ovvero sentimentale, personale, politico, storico. Sulla scena, la violenza non è mai rappresentata, ma solo detta, recitata, raccontata, e cioè viene affrontata mettendola al centro del linguaggio come nella tragedia classica, di cui il testo prova a essere un estremo ripensa mento contemporaneo. Richiamandosi al Tito Andronico, opera d’esordio di William Shakespeare, il testo è costruito attraverso quattro episodi che dialogano tra loro in modo non narrativo. Quattro episodi: ciascuno con un diverso protagonista e una (apparentemente) diversa vicenda. Nel primo, una donna di mezza età s’innamora di un mendicante. Nel secondo, un cruento episodio di cronaca. Nel terzo, una crisi matrimoniale. Nel quarto, un raid a sfondo razzista nella periferia di una grande città. Ogni episodio con un suo linguaggio e un suo genere di riferimento: contrasto amoroso, tragedia di vendetta, dramma borghese, teatro di narrazione. Un solo elemento accomuna questi quattro quadri: la presenza di un giovane afrodiscendente, un immigrato africano di nome Grock, che attraversa le vicende in modo ambiguo e sfuggente, assumendo via via su di sé i più diversi significati: corpo erotico, avversario politico, vittima sociale, capro espiatorio
 
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia