Categorie
Edizioni locali

Tragedia in una ditta: cinquantenne trovata morta dentro uno dei bagni


La terribile scoperta è stata fatta stamani, inutile la corsa dell'ambulanza della Misericordia inviata dal 118. Immobile sequestrato


Redazione


E' stata trovata morta all'interno di un bagno situato al primo piano di un capannone di via Guido Rossa a Comeana che una ditta di confezioni gestita da cittadini cinesi. La vittima è una donna cinese di 50 anni. E' stato un connazionale a dare l'allarme, verso le 10 di stamani lunedì 6 marzo. Il 118 ha inviato un'ambulanza della Misericordia di Poggio a Caiano, ma quando i soccorritori sono arrivati, non c'era più niente da fare: la donna era morta già da alcune ore. La vittima si chiamava Zhao Dee ed era irregolare in Italia, da circa un mese presente nella dittà di Comeana, aperta lo scorso gennaio. E' stata trovata faccia a terra.

Sul posto sono sopraggiunti i carabinieri della stazione di Poggio a Caiano e la guardia di finanza, che proprio stamani doveva fare un controllo nella ditta. Nessuno aveva aperto ai finanzieri.

Il bagno dove è avvenuta al tragedia si trova al piano rialzato del capannone dove è stato allestito un dormitorio. La parte produttiva, invece, è al pian terreno ed è composta da 23 taglicuci. Sei persone, tre uomini e tre donne,  che vivevano e lavoravano con lei in quel capannone, sono state portate in questura per essere identificate e ascoltate per capire quando la donna è stata vista l'ultima volta e se si sentisse male. Sentito anche il fratello della morta che vive a Prato e che è giunto sul posto qualche ora dopo il ritrovamento del cadavere.
 

La morte infatti, potrebbe essere dovuta a cause naturali ma sarà il medico legale, la dottoressa Sonnellini, a stabilirlo dopo aver effettuato l'autopsia. Non ci sono segni sospetti sul cadavere ne niente che faccia pensare a una morte violenta. Sentito anche il fratello della morta che vive a Prato e che è giunto nella ditta di Comeana qualche ora dopo il ritrovamento del cadavere.
Sul posto è sopraggiunto anche il magistrato di turno, il pm Francesco Sottosanti e i capitani Vitantonio Sisto e Sara Pini, rispettivamente comandante del nucleo investigativo e della compagnia di Prato. La salma è stata poi rimossa dai servizi funebri della Misericordia. L'immobile, di proprietà italiana, è stato sequestrato sia ai fini dell'indagine che a per la presenza dei dormitori abusivi al piano superiore. La proprietà della ditta è indagata per omicidio colposo ed è difesa dall'avvocato Tiziano Veltri.
Sul posto sono arrivati anche gli ispettori dell'Asl per accertare eventuali irregolarità sul fronte della sicurezza nei luoghi di lavoro. Pessime le condizioni igienico-sanitarie all'interno dell'immobile, sia nella parte produttiva che nei dormitori dove è stato trovato anche un coniglio vivo in una scatola di cartone. 

 
Edizioni locali: Comuni Medicei
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia