Categorie
Edizioni locali

Tragedia al comando della Municipale: agente si uccide sparandosi con la pistola d’ordinanza


E' successo nel primo pomeriggio in piazza Macelli. La vittima era appena smontato dal turno. Sul posto magistrato e carabinieri che conducono le indagini


Redazione


Tragedia al comando della polizia municipale di Prato. Uno degli agenti si è ucciso sparandosi con la pistola di ordinanza al termine del turno di servizio. E' successo intorno alle 14 di oggi, 19 aprile, e a nulla sono valsi i tentativi di soccorso dei colleghi e dei sanitari della Misericordia inviati sul posto dal 118.
La vittima aveva 63 anni ed era residente in provincia di Prato. Con il grado di assistente scelto era in forze al servizio Edilizio della Municipale. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, appena smontato dal turno, avrebbe preso la pistola dall'armadietto per recarsi nello spogliatoio al piano interrato e qui spararsi. Nessuno avrebbe udito lo sparo.
Le indagini sono affidate ai carabinieri, intervenuti sul posto con il comandante provinciale, il colonnello Francesco Zamponi. In piazza dei Macelli è arrivato anche il pubblico ministero Lorenzo Boscagli con il medico legale Luciana Sonnellini. La salma, dopo l'autorizzazione del magistrato, è stata rimossa dai servizi funebri della Misericordia e portata a Pistoia dove sarà eseguita l'autopsia.
Appena si è diffusa la notizia, l'assessore alla polizia municipale Flora Leoni ha raggiunto il comandante Marco Maccioni al comando. Sono poi arrivati anche il sindaco Matteo Biffoni con l'assessore Benedetta Squittieri e il capo di gabinetto Simone Faggi. "E' un momento doloroso per tutta la città – le parole di Biffoni – nessuno riesce a spiegarsi quello che è successo. La polizia municipale è una grande famiglia e io in questo momento sono vicini al dolore di tutti".
Sconcerto e incredulità tra i colleghi della vittima che non aveva mai dato segni di disagio tantomeno fatto prevedere il tragico esito di oggi. “Siamo tramortiti dal dolore – le parole piene di commozione del comandante Maccioni – era un collega, un amico di tutti, una persona perbene, un uomo di grande professionalità”.

 

 
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia