Categorie
Edizioni locali

Senza stipendio da tre mesi: operai salgono sulla gru


Clamorosa protesta nel cantiere AbitCoop in via del Purgatorio. Si tratta dei dipendenti di una ditta subappaltatrice con sede in Puglia: sono scesi solo dopo aver ricevuto gli assegni con parte delle spettanze arretrate


Redazione


Sono saliti sulla gru del cantiere edile dove avevano lavorato per chiedere il pagamento di tre mensilità di stipendio arretrato. Succede a Prato all'interno del cantiere AbitCoop per la realizzazione di due condomini in via del Purgatorio, proprio alle spalle dell'Ippodromo. L'allarme è scattato verso le 8.30 di stamani quando tre dei cinque muratori senza stipendio, tutti egiziani residenti a Milano, sono saliti sulla gru, minacciando di buttarsi di sotto. Un collega, a terra, ha spiegato le ragioni della protesta e condotto le trattative che si sono chiuse solo alle 14.30 quando i tre operai hanno accettato di scendere dopo aver ricevuto parte dei soldi. Ma mentre uno è sceso da solo, gli altri due sono rimasti sulla gru fino a che non è intervenuto l'autoscala dei vigili del fuoco. Imponente il dispiegamento di mezzi che ha visto giungere sul posto i carabinieri, vigili del fuoco e la polizia municipale.
I cinque operai sono stati assunti dalla ditta pugliese Nievole, con sede a Foggia, che aveva preso in subappalto alcuni lavori di muratura dalla ditta appaltatrice, il Consorzio Arcale di Firenze. Quest'ultima assicura di aver pagato regolarmente la ditta subappaltatrice, che però non avrebbe versato gli stipendi ai dipendenti. In totale i cinque operai devono avere le mensilità di maggio, giugno e luglio. In tutto circa 6.400 euro a testa. Presente anche il figlio di uno dei muratori. 

Dopo una lunga trattativa la ditta appaltatrice si è detta disponibile ad anticipare quanto dovuto, scalandoli poi dall'importo del subappalto, visto che questo è ancora attivo con la Nievole per altri lavori all'interno del cantiere. Si tratta di 17400 euro. Il problema è che gli operai ne chiedevano altri novemila in base ad un accordo "fuori busta" con il titolare della Nievole. I sindacati allora, si sono fatti garanti di verificare entro un mese le ore effettive lavorate congelando i novemila euro dal pagamento degli stati di avanzamento. I lavoratori hanno accettato e non appena sono arrivati gli assegni, sono scesi. 

Ci sono stati anche momenti di tensione tra alcuni rappresentanti dei sindacato e i responsabili del cantiere che, dopo un vivace battibecco, hanno fatto rimuovere le bandiere della Cgil che erano state messe alla recinzione.

Anche il vice sindaco Simone Faggi si è recato sul posto per verificare di persona cosa stesse accadendo e quali fossero le motivazioni del gesto degli operai.
 

 

 

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia