Categorie
Edizioni locali

Rapinatori vendono catenina a “compro oro” e mettono nei guai il titolare, tutti denunciati


Due pregiudicati denunciati per rapina aggravata e il titolare del negozio per ricettazione. La catenina strappata dal collo a un commerciante avvicinato con la scusa di chiedere indicazioni stradali. La vittima ha cercato di difendersi ricevendo per tutta risposta calci e pugni. La polizia è riuscita a chiudere il cerchio in venti minuti


Redazione


Hanno rapinato l'uomo che avevano avvicinato con la scusa di chiedergli informazioni su una strada, ma nel giro di venti minuti sono stati rintracciati dalla polizia e denunciati. La refurtiva, una catenina d'oro, è stata trovata successivamente in un “compro oro” il cui titolare è finito nei guai per ricettazione. E' successo ieri, sabato 29 aprile, intorno alle 17. I due rapinatori, marocchini di 31 e 18 anni, entrambi con precedenti penali e sottoposti a misure cautelari, sono stati fermati dagli agenti in piazza Duomo grazie alla descrizione fatta dalla loro vittima, un cinese di 35 anni. Quest'ultimo si trovava nel suo negozio di materie tessili, in via Zipoli, insieme al figlioletto di otto anni, quando uno dei marocchini lo ha avvicinato per chiedere alcune indicazioni stradali e in un attimo lo ha strattonato e rapinato della catenina che indossava. La vittima ha cercato di difendersi ma è stata colpita con calci e pugni.

Poi il rapinatore è fuggito con il complice che lo aspettava fuori su una bicicletta abbandonata però quasi subito. Il cinese ha chiesto aiuto e sul posto è arrivata la polizia che ha acquisito le immagini di videosorveglianza.

Grazie alla bicicletta e agli occhiali persi da uno dei marocchini, il caso è stato risolto. In pochi minuti i malviventi sono stati bloccati e denunciati per rapina aggravata in concorso. Pochi minuti sufficienti però a piazzare la catenina, per un controvalore di 280 euro, a un “compro oro” del centro storico a cui gli agenti sono arrivati dopo alcuni accertamenti; al titolare è stata contestata la ricettazione. Quando il marocchino che ha perso gli occhiali è stato portato in questura e ha visto le lenti in mano agli agenti, ha subito reclamato la restituzione perché "cari" e indispensabili per la sua vista.

Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia