Categorie
Edizioni locali

Niente casa popolare, disoccupato distrugge la scrivania dell’assessore ai Servizi sociali. Un ferito


E' successo stamani all'assessorato in via Roma. Illeso l'assessore, ferita un'assistente sociale. L'acceso confronto sull'assegnazione delle case popolari è degenerato fin quando il disoccupato ha sollevato il tavolo in cristallo e lo ha fatto ricadere sul pavimento mandandolo in mille pezzi


Redazione


Quando ha capito di non aver alcuna possibilità di ottenere la casa popolare, ha sollevato il tavolo in cristallo sistemato nell'ufficio dell'assessore alle Politiche sociali Luigi Biancalani e lo ha fatto ricadere sul pavimento mandandolo in mille pezzi. Le schegge di vetro hanno ferito alle gambe un'assistente sociale e colpito al volto l'assessore a cui si sono rotti gli occhiali da vista. E' successo intorno alle 9.30 di oggi, lunedì 27 marzo. Protagonista un uomo di 36 anni, italiano, disoccupato e con cinque figli. Al culmine di un acceso confronto sull'assegnazione delle case popolari ha perso la testa e ha prima distrutto il tavolo, poi ha strattonato l'assessore tirandolo per la camicia. Le urla e il fragore dei vetri hanno richiamato l'attenzione di un'agente della polizia municipale che era fuori dalla stanza di Biancalani ed è immediatamente intervenuta.

Il disoccupato è invece andato via senza dire una parola. “La situazione è precipitata in un attimo – il commento dell'assessore – eravamo accanto al tavolo, lui lo ha sollevato di qualche centimetro e poi lo ha lasciato andare. Era già agitato quando è arrivato, si è presentato all'appuntamento con la moglie e ha cominciato a dire che noi aiutiamo solo gli stranieri. Gli ho spiegato che non è così, gli ho anche detto che nella graduatoria dei primi cento per le case popolari, settanta sono italiani. Lui ha continuato a lamentarsi, a dire che non riesce a trovare lavoro, che solo con lo stipendio della moglie è impossibile campare la famiglia”. Il racconto di Biancalani è dettagliato: “Ho cercato di farmi carico del problema di questa persona – dice – ho ascoltato le sue ragioni e gli ho spiegato che facciamo il possibile, gli ho anche detto che la sua condizione gli consente di accedere alla misura 'scansasfratti' ma l'agitazione non si è placata, anzi è esplosa”. I vetri hanno investito le gambe dell'assistente sociale che è andata a farsi medicare al pronto soccorso per escoriazioni alle ginocchia. “So che il disoccupato è poi andato all'ospedale per chiedere scusa all'assistente sociale – continua Biancalani – a me si sono soltanto rotti gli occhiali”. Sono sempre di più le famiglie che bussano alle porte dell'assessorato ai Servizi sociali, impossibile dare risposte a tutti. “Quest'uomo faceva il muratore, poi è rimasto senza lavoro e capisco che mandare avanti cinque figli con il solo stipendio della moglie non sia per nulla facile – il commento dell'assessore – ma questo non giustifica la violenza. Tra l'altro il Comune si stava interessando a questa famiglia, tanto che domani era già fissato un incontro con il sindaco che a questo punto lo ha disdetto”. La polizia municipale sta raccogliendo tutte le testimonianze per verbalizzare quanto successo e verificare gli estremi di una denuncia a carico del trentaseienne.

nt
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia