Categorie
Edizioni locali

Mafia cinese, duro colpo all’organizzazione che gestiva il trasporto merce in tutta Europa: 33 arresti


All’alba la retata che ha impegnato gli uomini della questura di Prato e del Reparto anticrimine di Firenze. 33 le ordinanze di custodia cautelare, 90 gli indagati, decine di perquisizioni. Inchiesta della Dda. L’organizzazione regolava il traffico di merce cinese in tutta Europa. Tra le contestazioni anche omicidi e sparatorie


Redazione


Controllava e gestiva il traffico delle merci cinesi, di tutte o quasi le merci cinesi in circolazione in Europa l'organizzazione criminale sgominata dalla Direzione distrettuale antimafia di Firenze. Un affare economico di proporzioni gigantesche alimentato con metodi mafiosi. Questo dice l'inchiesta “China truck” partita nel 2011 che all'alba di oggi, giovedì 18 gennaio, la polizia ha tradotto in decine di arresti, decine di denunce e altrettante perquisizioni. Il grosso dell'organizzazione aveva base operativa a Prato e a Roma ma la presenza era capillare in Italia come in gran parte dell'Europa. La maxiretata è cominciata all'alba sotto il coordinamento del Servizio centrale operativo della polizia di Stato: 130 agenti della questura di Prato, del Reparto prevenzione crimine di Firenze, del reparto volo di Firenze e Roma e cinofilo di Bologna sono entrati in azione a Prato dove si contano 25 indagati, 16 destinatari di misura cautelare e nove denunciati. Contemporaneamente blitz sono scattati a Roma, Milano, Padova, Firenze e Pisa con altri 10 arresti e sette denunce a cui si aggiungono le misure cautelari notificate a tre persone già in carcere, mentre un detenuto risulta solo indagato. Arresti e denunce anche in Francia. L'arresto eccellente, compiuto a Prato, è quello del “capo dei capi”, Zhang Nai Zong, 57 anni. Le accuse a vario titolo: associazione per delinquere di stampo mafioso, estorsione, usura, gioco d'azzardo, prostituzione, spaccio di stupefacenti. Perquisizioni in appartamenti e capannoni e in particolare in quello di un'azienda di trasporto e spedizioni internazionali con sede in via Toscana, nel Macrolotto 1. Sequestrate otto società, sessantuno tra conti correnti e deposito titoli, due immobili, otto veicoli per un valore di diversi milioni.    

Core business del sodalizio proprio il trasporto di merci: l’organizzazione, secondo gli investigatori, gestiva a livello internazionale lo spostamento delle merci delle aziende cinesi. Un monopolio vero e proprio – stando all'inchiesta – a cui nessuna impresa poteva sottrarsi come dimostrerebbero alcuni omicidi che gli inquirenti ritengono collegati all’attività dell’organizzazione criminale. L’omicidio di un cinese a Prato nel 2002 e di altri due nel 2010 farebbero parte delle contestazioni mosse agli indagati, così come una sparatoria avvenuta lo scorso anno in via Roubaix. 

Il cinese considerato il capo dell'organizzazione mafiosa, arrivato ieri a Prato, è stato pedinato ancora una volta: gli uomini della Squadra mobile del dirigente Francesco Nannucci lo hanno visto ricevere in un ristorante diversi connazionali che lo hanno salutato con inchini a dimostrazione del suo spessore. L'uomo avrebbe scalato il vertice grazie alle sue doti di paciere che, dopo anni di scontri tra bande e di morti, aveva portato a un punto di incontro i cinesi originari dello Zhejiang e quelli originari del Fujian. Il sodalizio controllava diverse attività criminali: usura e prostituzione, droga e estorsioni. Attività imposte con la violenza, le minacce, le ritorsioni. Centinaia e centinaia di imprese cinesi tenute al guinzaglio dall'organizzazione criminale divenuta nel tempo leader in Europa nel settore della logistica e del trasporto delle merci. 

nt
Edizioni locali: Prato
logo_footer_notiziediprato
logo_footer_notiziediprato

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)

Notizie di Prato

è una testata registrata presso il Tribunale di Prato
(N° 4 del 14/02/2009)
Iscrizione al Roc n° 20.901

Direttore responsabile: Claudio Vannacci

Editore: Toscana Tv srl

Redazione: Via del Biancospino, 29/b, 50010
Capalle/Campi Bisenzio (FI)
©2024 Notizie di Prato - Tutti i diritti riservati
Powered by Rubidia